La pelle del volto di una donna è come la tela di un pittore: deve essere candida. Ogni trattamento di bellezza, dunque, inizia e finisce con una buona detersione del viso che non deve ridursi a gesti meccanici e veloci, ma a un massaggio accurato appena svegli o poco prima di coricarsi, come se si stesse levigando una statua di marmo al ritocco finale.

Impariamo a prenderci cura della pelle eseguendo una corretta detersione del viso.

E’ un bene che la detersione diventi un rito contro l’invecchiamento e per liberare l’epidermide dalle impurità. La cute deve essere pulita, tonificata e priva du cellule morte e solo quando si è ottenuto questo risultato i principi attivi contenuti nelle creme possono penetrare in profondità e svolgere la loro azione idratante, nutriente o anti-rughe. Solo così la pelle è pronta a ricevere i trattamenti di bellezza.

Al mattino, la pulizia del viso “risveglia” la pelle, con effetto freschezza ed energia. Naturalmente occorre usare un detergente adatto a viso e collo, applicato all’epidermide eseguendo delicati movimenti circolari, prima del risciacquo.

La sera, per riconsegnare al viso luminosità e confort, si facciano gli stessi movimenti. La pelle sarà libera dalla stanchezza e senza traccia del make up.

Non tutte le pelle sono uguali. Ecco alcuni consigli:

  • per pelli delicate e secche è indicata la mousse micellare dalla texture in spuma;
  • per pelli inspessite il detergente granulare è il più adatto;
  • per pelli secche è stato pensato il lattegel sensoriale;
  • per pelli grasse o acneiche è consigliato lo stick detergente al carbone attivo.

Attenzione, per gli occhi, è bene usare uno struccante bifasico per asportare residui resistenti all’acqua e i trucchi più forti, come i lip lacquer. Non dimenticare che per eliminare qualsiasi traccia di untuosità, va sempre utilizzato un tonico a base di acido ialuronico ed erba cristallina.

Strucchiamo gli occhi, utilizzando faldine di cotone imbevute del bifasico, compiendo movimenti dall’alto verso il basso e seguendo la curva delle ciglia,

Rimuoviamo il rossetto.

Contro le fastidiose pellicine sulle labbra, le lamelle cornee, eseguire uno scrub con il gel granulare.

Detergiamo il viso

Procediamo con il detergente viso e delle spugnette, conmovimenti espulsivi, Oppure con la Pop brush in silicone che, grazie alla sua vibrazione, consente l’ossigenazione della pelle, creando un leggero arrossamento e un maggior assorbimento dei principi attivi dei detergenti e della crema.

Pop brush spazzola massaggiante

Pop brush spazzola massaggiante

La Pop brush svolge due azioni: una ‘idrofila’ per la crema giorno, mantenendo costante il fattore di idratazione naturale (MNF) e proteggendo dalle radiazioni solari (UVA/UVB). Una ‘lipofila’ per la crema notte, apportando il giusto nutrimento durante le ore in cui la pelle riposa ed è più accogliente per ricevere i principi attivi.

E’ giunto il momento di passare alla detersione con il tonico spray, che può essere utilizzato anche come fissatore post trucco, quindi possiamo applicare il primer e procedere al trucco.

Si consiglia per le labbra il balm dalla formula emolliente e lenitiva, che previene ed attenua le screpolature. Dentro c’è l’olio di mandorle dolci, che protegge dagli agenti atmosferici, il burro di Karitè e le sfere di collage marino, che conferiscono alle labbra un aspetto turgido, morbido e voluminoso.

Oltre alla cura quotidiana della pelle è bene effettuare la pulizia del viso dall’estetista o da professionisti del settore, almeno ogni 6 settimane circa.

Questo febbraio si è aperto con il Festival di Sanremo 2018: il tradizionale festival della canzone italiana!

Sul palco dell’Ariston, l’annuale festa della canzone italiana ha dato appuntamento ai big della musica e dello spettacolo italiano che hanno affollato il festival anche di questo Sanremo 2018, alla sua 68esima edizione.

Quest’anno le donne in scena sono poche, ma le loro scelte in tema di make up e moda sono state da subito sulla bocca di tutti, addetti ai lavori e non.

Noi siamo andati per voi ad esaminarli nel dettaglio ed ecco il nostro resoconto.

La regina indiscussa del festival è stata la bellissima e vivace Michelle Hunziker che ha padroneggiato in modo impeccabile la scena e ha dato sfoggio di abiti mozzafiato, firmati Alberta Ferretti e Armani Privè, ma anche della collezione del brand di famiglia Trussardi, abbinati a calzature Le Silla e impreziositi con gioielli Tiffany o con le creazioni super pop di Moschino: il tutto ha conferito alla Hunziker un portamento e uno stile che la hanno resa davvero la protagonista incontrastata di questo Sanremo 2018.

Trucco Michelle Hunziker

Trucco Michelle Hunziker. Foto: Today.it

Se gli abiti sono stati tutti davvero bellissimi, quelli che secondo noi sono stati i meno addatti alla vivace e peperina Hunziker sono stati quelli di Alberta Ferretti, dal tagli troppo rigido e strutturato.

Per quanto riguarda il make up, il trucco occhi troppo marcato e il rossetto nude ci hanno fatto un po’ storcere il naso: per esaltare la personalità comunicativa della bellissima Michelle, avremmo optato per delle labbra più marcate da un rosso ciliegia e degli occhi truccati con tonalità più chiare, così da renderli più grandi e profondi. Altra nota dolente è venuta dai capelli che ci sono sembrati spenti, con delle mesh troppo scontate e un raccolto non proprio riuscito al meglio.

Risultato finale: una Michelle Hunziker bella, ma con un look che la fa sembrare più matura della sua età.

Altra figura femminile di gran stile e portamento presente sul palco dell’Ariston è stata Annalisa, con il suo outfit di Dsquared2.

Il suo look è stato caratterizzato da un make up smokey rock e un’acconciatura disordinata, che nel complesso ricorda molto Kristen Stewart ai suoi esordi. Certo, un look già visto, ma portato con gran stile e adatto alla sua persona: lo smokey è perfetto per i suoi occhi grandi, anche se una valida alternativa potrebbe essere un eye-liner. Per quanto riguarda i capelli, non ci hanno convinti: poco curati e di una tonalità troppo scuro, mentre un tocco ramato avrebbe dato un effetto complessivo decisamente migliore.

E ancora sul palco di Sanremo 2018 Noemi, che ha mixato label diverse di Elisabetta Franchi, Ottaviani e Giuseppe Zanotti.

Certo, lei era in gran forma rispetto ai suoi inizi: dimagrita, più curata e con una tinta di capelli davvero azzeccata! Eppure, quel make up scelto per lei non le si addiceva per niente: il marrone nella parte inferiore dell’occhio rende il suo sguardo stanco e spento

Un outfit tutto italiano, invece, quello di Ornella Vanoni, che sceglie le linee geometriche e strutturate pensate su misura per lei da Antonio Riva. A contrastare troppo con la scelta stilistica, però, c’è stata un’eccessiva presenza di arancione: in fondo, le rosse sono sempre le più difficile da truccare.

Trucco Ornella Vanoni al Sanremo

Il Trucco di Ornella Vanoni al Sanremo 2018. Foto: Mondo Fox

Quando toccò a me scegliere il make up più adatto ad una splendida Ornella Vanoni, ricordo che richiedeva sempre un nero marcato sugli occhi. In questo caso, il nero è un’arma a doppio taglio: definisce la forma, ma non da volume. Data la capigliatura dal colore acceso, la mia scelta sarebbe andata verso toni più freddi, dal marrone a colori neutri. Un no deciso per il blush aranciato!

Una conferma per Nina Zilli, che anche quest’anno sceglie Vivienne Westwood Couture, portando in scena le sue forme teatrali ed un po’ esagerate.

Trucco Nina Zilli Sanremo

Trucco Nina Zilli Sanremo

Il suo make up le ha conferito un’eccessiva lucidità, che ha reso la stupenda Nina più simile ad un bignè, rendendola vittima delle luci del palconscenico piuttosto che esaltarne la forma alta e scultorea.

Come si fa per realizzare un make up che dia il meglio di sé anche sotto le luci del palco?

Le luci del palco hanno delle gelatine, che cambiano colore, di conseguenza è bene evitare i colori troppo forti e puntare su toni neutri. La prima cosa da fare è personalizzare il look. Quando lavoravo per il Festival di Sanremo, ogni cantante aveva un proprio trucco: passavamo ore a provare e a sperimentare diverse soluzioni per realizzare quella più consona al loro aspetto e alla loro personalità.

Sta al make up artist giocare con le giuste texture e realizzare un buon contouring!

Quali sono stati per noi il look migliore e il look peggiore? Dal punto di vista tecnico, il look televisivo migliore è quello di Michelle Hunziker, mentre le peggiori purtroppo sono state senz’altro Ornella Vanoni e Noemi!

Che dire, invece, della terza serata?

Anche questa si è rivelata un po’ fiacca: molto criticate le scelte di stile della Hunziker, affidatasi al brand di famiglia, Trussardi. Tra abiti su tre temi diversi: il primo blu notte, in stile Cenerentola, che ha davvero valorizzato la sua figura; il secondo rosa pastello, in stile Marlene; il terzo bianco e nero, in stile Dafne. Gli ultimi due poco adatti alla silhouette della conduttrice svizzera, che sembrava imprigionata in linee troppo rigide. Il trucco è quello già visto e che sembra ripetersi secondo uno schema ch erisulta essere troppo impersonale.

No, non ci hanno convinti!

Elegantissima Giorgia che ha sfoggiato un look à la garconne, con giacca, pantalone, camicia bianca e capelli raccolti. Lo smoking richiamava la sua attitudine al jazz e allo swing, stile anni ’30. Il suo make up era minimal e nude, con dei uìpunti di glowing sugli occhi e sulle labbra, in perfetta sintonia con il suo outfit.

Trucco Giorgia Sanremo 2018

Trucco Giorgia Sanremo 2018

Ugualmente elegante Virginia Raffaele che ha vestito con classe un abito nero di Ermanno Scervino, che ha dato risalto alla sua figura slanciata, e impreziosito sulle spalle con dei ricami, che hanno dato un tocco di luce al viso. Per il make up, si è optato per un classico smokey nero e labbra nude, mentre i capelli sciolti hanno reso più morbida e armonica la lunghezza ovale del suo viso.

Trucco Virginia Raffaele al Sanremo 2018

Trucco Virginia Raffaele al Sanremo 2018. Foto: Rollingstone.it

Eppure il più chiacchierato sui social è stato il look di Noemi: un’aria appesantita e dismetta, con occhi stanchi e resi cupi dal nero, un fard troppo appariscente e le labbra senza colore. La cosa migliore sarebbe stata giocare con l’acconciatura e slanciare la sua silhouette, così da compensare le linee pesanti dell’abito che ha indossato e che era davvero troppo lungo!

Anche per questa terza serata di Sanremo 2018, il premio per il make up peggiore va proprio a lei!

Tratto da Elettra Nicotra per Fashion News Magazine

Di solito si dice che il buongiorno si vede dal mattino, ma se il vostro buongiorno fossero due belle occhiaie che appesantiscono lo sguardo? Come sarebbe la vostra giornata?

Le occhiaie molto spesso vengono attribuite al poco riposo, ma ciò non è del tutto vero: fattori scatenanti possono essere anche problemi respiratori, cattiva circolazione sanguigna, consumo elevato di caffeina o stress.

Così ci si trova a scendere dal letto con il piede sbagliato e un volto già stanco ed affaticato e a dover ricorrere ai classici rimedi di bellezza già dalle prime ora della giornata, per eliminare le borse sotto gli occhi e conferire allo sguardo una lucentezza e una rilassatezza che in realtà non ha.

Se vi state chiedendo come eliminare le occhiaie fastidiose che tormentano il vostro viso già di prima mattina, allora senza dubbio, il correttore è l’arma più efficace per contrastarle e mascherarle facilmente, ma è importante fare sempre attenzione alla scelta del colore, per evitare di accentuarle piuttosto che camuffarle.

Tra i rimedi contro le occhiaie vi sono, inoltre, molti prodotti specifici e numerose creme per occhiaie, ve ne indichiamo qualcuna di seguito.

Functional concelear

La Functional concelear è la nostra nuova linea di correttori fluidi coprenti ed idratanti a rapida asciugatura, dalla texture morbida e setosa e ricchi di filmanti water resistant, che garantiscono aderenza e copertura, ma anche un effetto no-weight. Sono inoltre molto pratici da applicare e sfumare, grazie al comodo packaging.

La formula contiene acido ialuronico, che idrata e rigenera la pelle, rendendo questo prodotto l’alleato ideale nella cura della pelle.

Correttore con acido ialuronico

Correttore con acido ialuronico. Foto: Baldangroup.it

Per l’applicazione, il mio consiglio è quello di erogare una piccola dose di prodotto premendo il pulsante nero nella parte superiore, punteggiare la zona dell’occhiaia e picchiettare delicatamente il correttore con il polpastrello, così da ottenere una copertura uniforme. Un piccolo trucco è sfumare il prodotto anche oltre il segno dell’occhiaia verso il centro del viso.

I colori disponibili sono:

  • 210 vanilla (vaniglia): molto indicato per pelli nordiche, dalle quali elimina le ombre violacee sotto gli occhi; arricchito da acido ialuronico, dalle note proprietà idratanti e nutrienti, garantisce elasticità ai tessuti della zona perioculare del contorno occhi;
  • 220 honey (miele): arricchito con estratto di melograno e con notevoli proprietà antiossidanti, si tratta di un correttore color miele studiato per le donne dal colorito intermedio e che contrasta il grigiore e i piccoli capillari azzurri;
  • 230 apricot (albicocca): consigliato su donne dalla carnagione scura e mediterranea, il correttore color albicocca neutralizza le profonde occhiaie bluastre e le macchie brune ed è arricchito con attivo diacetyl boldine (boldo) dalle note proprietà illuminanti e uniformanti del colorito.

Crema antirughe controno occhi Centro Mességué Perfection 

Crema antirughe

Crema antirughe contorno occhi. Foto: Baldanogroup.it

Importantissima, inoltre, anche se spesso sottovalutata, è la crema per occhiaie e contorno occhi, da applicare sempre prima del correttore, picchiettandola con l’aiuto dei polpastrelli sul contorno occhi e massaggiando dall’interno verso le tempie, senza dimenticare l’area tra le sopracciglia ed evitando la zona delle palpebre.

In merito, consiglio la crema antirughe contorno occhi Centro Mességué Perfection: questa crema distende e riduce le microcontrazioni della pelle, che causano rughe e segni d’espressione, previene il prematuro invecchiamento cutaneo e combatte la formazione delle rughe e linee sottili. Il vostro contorno occhi risulterà tonificato, rassodato e nutrito e il vostro sguardo più luminoso e profondo.

Nel caso in cui le vostre occhiaie siano accompagnate da un leggero gonfiore, la scelta ideale è quella di optare per il gel.

Gel anti borse e occhiaie Centro Mességué Perfection

Gel anti borse e occhiaie

Gel anti borse e occhiaie Centro Mességué Perfection

Da questa esigenza è nato il Gel anti borse e occhiaie Centro Mességué Perfection, che decongestiona, migliora e favorisce la microcircolazione, aumentando l’elasticità dei tessuti capillari e diminuendo la ritenzione di liquidi con un forte effetto drenante. Inoltre, questo gel calma le irritazioni della zona perioculare e la rende ben idratata e rivitalizzata.

Vi basterà applicarlo sul contorno occhi e sulla palpebra con un leggero massaggio, picchiettando per facilitarne l’assorbimento.

Per entrambi i prodotti si consiglia l’applicazione dopo la detersione, mattina e sera, seguita dall’applicazione di una crema viso, specifica a seconda del vostro tipo di pelle.

Le occhiaie restano un fastidioso inestetismo dovuto alle cause più varie, ma con questi prodotti è possibile contrastarne o ridurne la comparsa!

Mancano pochi giorni alle feste e ancora non sapete che look scegliere? Iniziamo allora con qualche idea trucco natalizio e make up Capodanno.

Atmosfere ricche di luci, sfumature dorate e cristalli di neve, finish olografici e colorazioni riflettenti che ricordano l’aurora boreale e da fondere al vostro trucco natalizio e da esaltare con un bel make up Capodanno.

L’obiettivo è illuminare il viso ed esaltare lo sguardo: occhi incorniciati e labbra rosse sono il must  per le feste, a cui non potete assolutamente rinunciare!

Iniziamo allora dalla beauty routine per ossigenare la pelle!

La detersione è un gesto indispensabile per liberare l’epidermide dalle impurità, preparandola a ricevere i trattamenti successivi: solo su una cute pulita, tonificata e libera dalle cellule morte i principi attivi contenuti nelle creme possono agire, espletando al meglio la loro azione idratante e nutriente.

Jelly Jam Cleanser

Jelly Jam Cleanser. Foto: Baldan Group

Il mio consiglio è utilizzare Jelly Jam Cleanser latte gel sensoriale per pelli giovani: adatta a pellii giovani o tendenzialmente grasse, dall’aspetto goloso e sensoriale, questa gelèe viene immediatamente assorbita dalla pelle e pulisce a fondo senza lasciare nessuna traccia di grasso. A contatto con l’acqua del risciacquo, il latte gel si trasforma in un latte vellutato che elimina ogni impurità.

Stendete il prodotto sul viso utilizzando la Pop Brush, novità del settore skincare che assicura un migliore assorbimento dei cosmetici.

Pop Brush

Pop Brush. Foto Baldan Group

Dopo l’applicazione, tonificate la pelle con Mist&Fix, dall’azione idratante e long lasting.

Dopo aver deterso, massaggiato e tonificato la vostra pelle, ciò che renderà duraturo il nostro make-up è il primer della linea Oyster ideata da Pablo, art director della Maison Gil Cagnē: la base sottotrucco idratante e levigante con speciale effetto tensore, arricchita con acido jaluronico, collagene marino ed estratto di mirtillo ad azione antiossidante.

Attenzione alle labbra! Saranno protagoniste assolute in entrambe le proposte trucco per Natale e trucco per Capodanno che vedremo: dovranno essere impeccabili!

Applichiamo il Lip Balm, un vero SOS per l’idratazione delle labbra: una formula unisex emolliente con filtri UVA e UVB, olio di mandorle dolci, con azione protettiva, burro di Karité e sfere di collagene marino, che conferiscono alle labbra un aspetto turgido e morbido, riempiono le microrughe e aumentano il volume.

Lip Balm

Lip Balm. Foto: Baldan Group

Il Lip Balm può essere utilizzato sia come primer, prima del rossetto, sia come protezione, prima dell’esposizione solare.

Dopo le proposte di Pablo e di Fernando per il vostro make up natalizio, ecco cosa consiglia Assuri!

TWINKLING LOOK

Make up concept: Assuri

Hair stylist: Cristian Calestru

Modella: Carol Ceccarelli

Outfit: Claudio Marfurt

Fotografo: Luigi Saggese

Videomaker: Sergio Andreozzi

Make up per Natale 

Make up per Natale

Make up per Natale: concept Assuri Naga

Natale è l’occasione per regalarsi un trucco nuovo senza rinunciare alla propria personalità, via libera allora a rossetti intenso o ombretti particolari, che di solito escludereste dalla vostra palette make up, perché troppo stravaganti. L’euforia delle feste, si sa, risveglia il  desiderio di un look ricercato, diverso da quello di tutti i giorni.

Per realizzare un make up Natale come si deve, potete scegliere uno smokey grafico intenso, con midnight blue e optical black, che stacchi con le labbra ribes red, per una bocca più seducente.

Per gli occhi, ho utilizzato un infracigliare nero, sfumandolo sull’intera palpebra mobile con la matita Bio-minerals Automatic Liner Onyx Black, come base per l’ombretto.

Per le sopracciglia, le linee morbide hanno lasciato spazio a linee più decise e spigolose, che ho realizzato utilizzando la matita sopracciglia 102 Chatain.

Protagonista è lo strobing, con colori che variano dal metallic gold al metallic silver GC 425. Nell’interno occhi, ho utilizzato la matita 102 Metallic Blue, per esaltare il colore dell’iride.

Per le labbra, gli esperti di face reading sostengono che la forma sveli molto della propria personalità: si capisce allora quanto sia importante correggere eventuali asimmetrie, piuttosto che focalizzarsi sull’effetto volume. Per fare ciò, ho utilizzato la matita 109 Fuchsia Explosion, da sfumare sull’intera mucosa, un rossetto fiammante e un tocco di glitter tono su tono, per impreziosire il tutto.

Per il look natalizio, Claudio Marfurt propone un mini dress monospalla con un fiocco, il tutto in micro paillettes rosso Natale, che ben si concilia con il raccolto spettinato stile punk ideato da Cristian.

Make up per Capodanno

Make up per Capodanno

Make up per Capodanno: concept Assuri Naga

Qualche piccolo ritocco alla versione natalizia basterà per darvi un’idea su come truccarsi a Capodanno e rendere il vostro trucco natalizio più audace: per gli occhi, utilizzate la matita 102 occhi Metallic Blue e il gloss trasparente.

Come outfit, Claudio Marfurt ha optato per un bustieur argento, con stampa coccodrillo in tessuto metallico e leggins neri, per ballare e sfrenarsi nella notte di Capodanno!

Truccarsi per la notte di Capodanno

Truccarsi per la notte di Capodanno. Outfit: Claudio Marfurt

Per i capelli, invece, Cristian ha realizzato un look raccolto e raffinato da diva sul red carpet, perfetto per un make up Capodanno che si rispetti.

Queste sono le nostre proposte per la notte di Natale e per uno sfrenato Capodanno. Non vi resta che sperimentarle e godervi le feste!

Mancano ormai pochi giorni alle feste natalizie, ma ancora non sapete quale make up di Capodanno scegliere per l’ultima notte dell’anno??

Non temete: ecco per voi qualche dritta per realizzare un make up di Capodanno sensazionale!

Il nostro consiglio su come truccarsi a Capodanno? Puntate sul rosso! Ogni trucco natalizio che si rispetti aggiunge un tocco di rosso, come buon augurio per accogliere il nuovo anno: dopotutto, è questo colore il must have dell’ultimo periodo dell’anno!

Per queste feste, allora, non temete di osare e scegliete con cura la tonalità di rosso che si adatta meglio alle vostre labbra o che richiami l’abito o un accessorio dello stesso colore che indosserete per l’occasione.

Abbiamo raccolto per voi dei look per sfoggiare un make up scintillante ed un outfit impeccabile, ideati da Pablo e Assuri: due versioni più tenui per la notte di Natale e due più trasgressive per la notte di Capodanno.

DAZZLING LOOK

Make up concept: Pablo, art director Gil Cagnè

Hair stylist: Cristian Calestru

Model: Angelica Persichini per Mediaseven di Marco Ciriaci

Outfit: Claudio Marfurt

Fotografo: Luigi Saggese

Occhi incorniciati da un eyeliner grafico, con una doppia opzione per le labbra: nude, per Natale, o rosse, per Capodanno.

Non dimenticate di concentrarvi sulla vostra base, poiché da sola costituisce il 70% del trucco.

Labbra rosse

Labbra rosse

Per la detersione della pelle, consigliamo l’utilizzo di un prodotto specifico, leggermente esfoliante, il Grainy Gel della linea Oyster by Pablo Gil Cagnè.

Grainy Gel della linea Oyster

Grainy Gel della linea Oyster by Pablo Gil Cagnè

Per stendere il prodotto, stendete il prodotto sul viso con la Pop Brush, una vera novità nel campo della detersione: questa spazzola massaggiante libera la pelle dalle impurità e, con un delicato massaggio, assicura un perfetto assorbimento dei cosmetici.

Tonificate la pelle con il Mist&Fix, a base di acido ialuronico per una pronta azione idratante e un effetto long lasting, grazie anche all’azione dell’erba cristallina.

Il primer sarà un elemento a cui non potrete rinunciare, per garantirvi un make up di Natale che duri più a lungo: il nostro consiglio è quello di scegliere il make up primer Oyster della Maison Gil Cagnè.

Per una pelle luminosa, utilizzate un correttore scelto tra i tre Functional concelear di seguito:

Correttore

Correttore Functional concelear

  • 210 vanilla: un correttore color vaniglia arricchito con acido ialuronico, dalle note proprietà idratanti e nutrienti, che dona maggiore elasticità ai tessuti della zona perioculare del contorno occhi; adatto a pelli nordiche, elimina decisamente le ombre violacee sotto gli occhi;
  • 220 honey: un correttore color miele, arricchito con estratto di melograno, con proprietà antiossidanti, studiato per le donne dal colorito intermedio, che contrasta il grigio e i piccoli capillari azzurri;
  • 230 apricot: un correttore color albicocca, particolarmente consigliato per le donne dalla scura carnagione mediterranea, che neutralizza le profonde occhiaie bluastre e le macchie brune; arricchito dall’attivo Diacetyl Boldine, illumina e uniforma il colorito.

Il fondotinta utilizzato nella foto è lo Skin Illusion 101, più adatto a ridurre qualche brufoletto di troppo, dovuto alla giovane età della modella.

Fondotinta Skin Illusion Skin Tone

Fondotinta Skin Illusion Skin Tone

Ho eseguito un contouring per scolpire gli zigomi e illuminare le zone di rifrazione della luce, con un prodotto strobing, applicato su zigomi e arco di cupido e al centro del mento. Successivamente, per fissare il tutto ho usato una cipria incolore Powder Puff 103 Neutral.

Il trend delle sopracciglia è l’effetto bold, con sopracciglia massicce e folte, in stile Audrey Hepburn, ottenuto utilizzando una tecnica mista di ombretto e matita.

Make up Natale

Per gli occhi, ho utilizzato un ombretto Duo Perfect Eyeshadow n.423 Eclipse Roses, applicando sulla palpebra mobile il colore più chiaro Eclipse Rose, mentre sulla palpebra quello più scuro, il Baccarat Burgundy.

Con l’eyeliner grafico Liquid Liner Black, ho realizzato una coda verso l’alto, per un effetto cat eyes, sottolineato dall’applicazione delle ciglia finte e dalla sfumatura nella rima ciliare inferiore della matita 106 enigma brown con l’ombretto Baccarat Burgundy.

Occhi eyeliner

Occhi eyeliner con matita color burro 101 Second skin

Per un trucco più soft adatto alla sera di Natale, ho utilizzato la matita color burro 101 Second Skin.

Il trucco natalizio è decisamente più nude, ma molto sensuale anche per le labbra, per le quali mi sono ispirato ad Angelina Jolie, utilizzando la matita labbra 103 Dusty Pink ed il rossetto Instant Volume Nude Look, arricchito con uno speciale acido ialuronico ed estratto di konjac, ossia una pianta asiatica, conosciuta con il nome di lingua del diavolo.

Trucco Natalizio

Trucco Natalizio

I capelli sono stati curati da Cristian, che ha optato le natural waves, per un’acconciatura molto naturale e romantica, perfetta per la notte di Natale.

L’outfit è stato curato da Claudio Marfurt, con un gilet nero in micro paillettes, indossato ad effetto nude, insieme ad un leggins in ecopelle.

Makeup Natale

Makeup Natale

Make up Capodanno

Per ottenere un make up Capodanno che osi di più e avere uno sguardo più intrigante e sensuale, ho inserito il kajal nero Bio Mineral Automatic Liner 102 Onyx Black e ho impreziosito i punti luce dell’occhio, inserendo una polvere glitter dorata nell’angolo interno dell’occhio.

Makeup Natale e Capodanno

Makeup Natale e Capodanno

Ho applicato la matita labbra 105 Delicious Wine ed il rossetto Bloody Mery, per poi creare un punto luce e illuminare con il glitter dorato.

Per quanto riguarda i capelli, Cristian ha realizzato una pettinatura sofisticata ed elegante, con un raccolto alto e una ciocca leggermente spettinata.

Anche qui, l’outfit è di Claudio Marfurt, che propone un abito in pizzo nero, con guanti dello stesso tessuto.

Quando si realizza un make up, perché questo sia impeccabile è fondamentale creare una base trucco appropriata.

Ecco quindi qualche dritta su come procedere nei vari passaggi per realizzare la vostra base trucco, partendo da un’accurata pulizia viso e un’adeguata idratazione, per poi applicare il correttore occhiaie e il fondotinta.

Detersione

Per creare una base trucco perfetta, è necessario eseguire una corretta detersione e un’attenta pulizia viso, in modo da preparare bene la pelle al trucco.

Mattina e sera, infatti, è buona norma detergere il viso con prodotti specifici, così da rimuovere impurità, tracce di inquinamento ed eventuali residui di make up.

Oyster Skincare

Oyster Skincare

Il mio consiglio è quello di adottare la nuova linea Oyster Gil Cagnè, adatta ad ogni tipo di pelle e composta da prodotti specifici per la detersione, che rendono il viso luminoso e ben idratato.

È preferibile struccare prima occhi e labbra utilizzando “Two-phase make up remover” uno struccante a doppia fase olio-acqua, particolarmente delicato e privo di emulsionanti, ma allo stesso tempo molto efficace nella rimozione del make up anche più resistente.

Applicazione. Agitate il prodotto per mescolare bene le due fasi, versatelo su un dischetto di cotone e struccate le ciglia, procedendo dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso.

Per le pelli grasse, impure o con acne, consiglio lo stick detergente, che agisce in profondità senza aggredire l’epidermide e riattiva la microcircolazione del viso, lasciando una piacevole sensazione di freschezza e aiutando la pelle a ritrovare il suo naturale equilibrio.

Applicazione. Potete utilizzarlo anche come trattamento da massaggio: vi basterà inumidire il viso, passare lo stick, massaggiare delicatamente, per ottenere una delicata emulsione, e risciacquare.

Più adatto alle pelli normali o secche è il JellyJam make up remover, dallo straordinario effetto detergente e struccante. Delicato e indicato anche per occhi e labbra, a contatto con l’acqua, si trasforma in un latte vellutato, che elimina efficacemente qualsiasi make up.

Applicazione. Stendete il prodotto con piccoli tocchi su guance, fronte e mento, massaggiate con ampi gesti e risciacquate con acqua tiepida.

Per chi non ama gli struccanti oleosi, suggerisco Micellar Foam una mousse micellare, adatta alle pelli miste e grasse.

Si tratta di una nuova tipologia di struccante, dalla particolare texture in spuma, che rinfresca, tonifica e rimuove delicatamente trucco, impurità e tossine, purificando e donando vitalità e morbidezza alla vostra pelle. Ottimo anche come detersione frequente durante la giornata, specialmente durante la stagione estiva.

Applicazione. Applicate una noce di prodotto su un batuffolo di cotone e stendetela su viso e collo, anche senza procedere a risciacquo.

Infine, per pelli mature o inspessite, la soluzione migliore è Grainy gel cleanser, il gel detergente granulare a risciacquo, per un uso quotidiano e per purificare la pelle in profondità, ristabilendone l’equilibrio e restituendole un aspetto sano e vitale. Grazie all’azione detergente e detossinante, donerete alla vostra pelle un aspetto più uniforme e luminoso e una piacevole sensazione di freschezza.

Applicazione. Inumidite il viso, applicate il prodotto massaggiando fino ad ottenere una leggera schiuma e risciacquate con acqua tiepida.

Idratazione

Prima di procedere a realizzare il vostro make up, è fondamentale idratare la pelle per preparala al meglio.

Make up Primer

Make up Primer

Il prodotto ideale è il make up primer, un primer idratante e levigante con uno speciale effetto tensore e arricchito con collagene, ottimo preparatore al make up.

Applicazione. Stendetelo sul viso, senza massaggiare, procedendo dall’interno verso l’esterno o con il pennello del fondotinta 203, e lasciatelo asciugare, senza toccare il viso.

Correttore epiteliale

Trucco occhi

Trucco occhi

Prima di passare al fondotinta, applicate il correttore epiteliale, per minimizzare discromie quali occhiaie, macchie, rughe evidenti e rossori e creare punti luce.

Il mio consiglio è quello di utilizzare Functional concelear, un correttore fluido coprente ed idratante a rapida asciugatura, dalla texture e dal touch morbido e setoso, facile da applicare e da sfumare, grazie al comodo packaging.

Ricco di filmanti water resistant, garantisce copertura e aderenza, pur mantenendo un piacevole effetto no-weight. Inoltre, grazie all’azione dell’acido ialuronico, si prende cura della pelle idratandola e rigenerandola.

Applicazione. Punteggiate la zona dell’occhiaia o della macchia e con il polpastrello picchiettate delicatamente il prodotto, in modo da avere una copertura più uniforme o più sfumata, a seconda delle vostre esigenze.

210 vanilla. Adatto a pelli nordiche, questo correttore color vaniglia elimina le ombre violacee sotto gli occhi. Arricchito con acido ialuronico, dalle note proprietà idratanti e nutrienti, garantisce elasticità ai tessuti della zona perioculare del contorno occhi.

220 honey. È un correttore color miele studiato per le donne dal colorito intermedio, che contrasta il grigiore e i piccoli capillari azzurri. Arricchito da estratto di melograno, ha proprietà antiossidanti.

230 apricot. Si tratta di un correttore color albicocca, molto consigliato su donne dalla carnagione scura e mediterranea, capace di neutralizzare le occhiaie profonde e le macchie brune. Arricchito dall’attivo diacetyl boldine, dalle note proprietà illuminanti e uniformanti del colorito.

Fondotinta

Come mettere il fondotinta

Come mettere il fondotinta

Su quale parte del corpo va provato il fondotinta?

Regola fondamentale è testare il fondotinta sulla mandibola sfumando il colore sul collo: se il colore si fonde perfettamente al proprio incarnato, allora è quello giusto.

Come va scelto il colore giusto?

Per individuare quale sia il colore di fondotinta più adatto a voi, dovete far riferimento a due elementi:

Incarnato. Gli incarnati chiari sono senz’altro valorizzati dai fondotinta nude, soprattutto quelli dal sottotono leggermente rosato o grigiastro; gli incarnati leggermente dorati hanno bisogno di fondotinta a base più calda, perché il colore oro valorizza al meglio la naturale luce di questo tipo di pelle; gli incarnati scuri ed olivastri richiedono, invece, un sottotono più ambrato, che riscaldi naturalmente il colore della pelle;

Capelli. Se avete i capelli molto scuri, apparirete più luminose utilizzando un fondotinta dal sottotono tendente al color pesca; se i vostri capelli sono castano ramato o biondo dorato, un fondotinta con sottotono caldo o dorato vi darà un aspetto più naturale e armonioso; mentre per un biondo cenere o castano cenere, il fondotinta più adatto sarà uno dalle sfumature rosate.

Base trucco

Trucco viso

Make up e abbronzatura sono un binomio fondamentale della stagione estiva.

È importante non trascurare mai la propria pelle e valorizzare con il make up giusto l’abbronzatura che tanto avete desiderato!

L’estate è ormai nel pieno svolgimento, ma è sempre il momento giusto per parlare di protezione e, a differenza di quanto si crede, i filtri solari sono amici dell’abbronzatura: la rendono più sana e più sicura.

È per questo che è fondamentale scegliere la protezione in base al proprio fototipo e portarla sempre con sé, ricordandovi di applicarla ogni due o tre ore, stenderla fino a completo assorbimento e ripetere l’operazione dopo il bagno, anche se si tratta di formule waterproof.

Fate bene attenzione ad applicare la crema sulle zone più esposte, quali viso e decolleté, ma anche sulle zone più sensibili, come padiglione auricolare, contorno occhi e labbra.

Sana alimentazione
Inoltre, potete giocare d’anticipo seguendo una sana alimentazione, che integri frutta e verdura rossa e arancione, e assumendo integratori a base di antiossidanti, per combattere l’invecchiamento cutaneo e gli effetti negativi di raggi UVA e UVB.

Prima dell’esposizione al sole, potete eliminare le cellule morte con uno scrub viso e corpo, evitando peeling chimici e trattamenti laser troppo aggressivi per la pelle.

come valorizzare l’abbronzatura con il make up

Valorizzare l’abbronzatura con il make up


Fatto tutto quanto necessario per assicurarvi un colorito uniforme e dorato, è arrivato il momento di pensare a come valorizzare l’abbronzatura con il make up.

Per esaltare il colorito post esposizione, applicate una crema colorata o una terra bronzer, utilizzando un pennello kabuki ed effettuando un movimento a ventaglio.

Pennello Kabuki

Pennello Kabuki

Per dare un tocco di colore, applicate un fard color corallo, applicandolo sugli zigomi con il pennello.

Fard in crema colore corallo

Fard 105 Coral Bay

Dopodiché, per gli occhi kajal o mascara per dare volume alle vostre ciglia, mentre per le labbra un rossetto o un gloss lucido, mai effetto mat.

In fine, evitate il correttore verde per le zone arrossate, in quanto tende a ingrigire.

Abbronzate e con il giusto make up sarete pronte a vivere al meglio la vostra estate!

Come make up artist, ogni giorno vedo davvero tanti errori.

Spesso tantissimi sulle ragazze giovani, ma altrettanti anche su donne più adulte e mature.

Sulle prime, li perdono: mi rendo conto che prodotti di qualità elevata anche un costo altrettanto elevato. Inoltre, il trucco viene visto quasi come un “gioco”.

Il discorso cambia quando si tratta delle donne dai 30 anni in poi. A quel punto, bisognerebbe iniziare a pensare al trucco in modo più attento e serio.

Gli errori più comuni riguardano occhi, labbra e viso.

Spesso, mi è capitato di vedere occhi truccati in modo molto marcato, ma con le occhiaie molto evidenti.

In questo modo, anche il trucco occhi più bello ed elaborato viene vanificato e passa in secondo piano.

Restando sempre in tema occhi, anche la tecnica per applicare il mascara può fare la differenza tra un trucco occhi ben riuscito e uno appena passabile.

Due o tre volte a settimana, utilizzate un piegaciglia, prima del mascara, così da dare una curva naturale alle vostre ciglia. Applicate poi il mascara, facendolo aderire bene dalle radici e stendendolo su tutto il flusso delle ciglia, fino alla punta.

Per quanto riguarda le labbra, qualche anno fa si era diffusa una moda terribile, che per fortuna ora sta scemando.

Capitava frequentemente di vedere per strada donne dal contorno labbra molto esasperato, portato ben oltre la loro linea naturale.

Contorno labbra molto marcato

Contorno labbra molto esasperato

Qui è un discorso quasi di fisica.

La luce batte sul punto più alto del labbro, che è esattamente sull’angolo superiore. Questa è la zona più illuminata del labbro: se si va al di fuori di oltre un millimetro o addirittura di un millimetro e mezzo, non si fa altro che esaltare questa riga innaturale.

L’effetto è sicuramente da evitare!

Inoltre, la sera si ricerca sempre un effetto più glamour, per cui via libera ai rossi e al corallo!

Tuttavia, quest’ultimo è perfetto sull’abbronzatura, ma è sconsigliato a coloro che hanno i denti non troppo bianchi, in quanto il corallo tende a dare un effetto ingiallito ai denti.

Una piccola dritta, sempre in tema di labbra: stendete il rossetto eseguendo un movimento “avanti e indietro”, in modo da disegnare e riempire bene le vostre labbra.

Altro errore comune riguarda il fondotinta.

Non stendetelo con le mani!

Utilizzate un pennello!

Fondotinta mani

Mai stendere il fondotinta con le mani

Stendendo il fondotinta con le mani, infatti, buona parte vi resterà sui polpastrelli.

Sprecherete così una quantità maggiore di prodotto, senza contare che l’effetto di una colorazione a chiazze è praticamente assicurato!

Provate, invece, a distribuirne un po’ sui cinque punti del viso (naso, zigomi, fronte e mento) e a stenderlo dall’interno verso l’esterno.

Consumerete meno prodotto e l’effetto risulterà molto più naturale!

Sono pochi trucchi, ma efficaci per un make up quotidiano e fatto in casa!

In una società in cui non c’è spazio per la timidezza e il senso di pudore che portano le guance ad arrossire in modo naturale, ci pensa il make up a creare questo effetto!

Come?
Armandosi di fard, blush, creme e pennelli!

Ecco cosa ci dice Pablo, direttore artistico Gil Cagnè: “Quest’anno, l’effetto più richiesto è il sun stripping, che dà lo stesso risultato salutare di una passeggiata all’aria aperta, accentuando tocchi di colore sulle zone che vengono colpite prima dai raggi del sole o che si scaldano dopo l’attività sportiva”.
Anche i grandi protagonisti delle passerelle non hanno rinunciato a dire la loro!

Ancora Pablo ci spiega questa tendenza, volutamente estremizzata durante le sfilate e che si rifà ad un trend degli anni Ottanta: si realizza stendendo il fard sulla palpebra fissa, per creare un flusso di colore a “C”, che lega occhi, zigomi e bocca. “Un effetto piacevole, ma da rapportare necessariamente alla vita di tutti i giorni per evitare l’effetto couperose e che va bene studiato sulla base di colori che abbiano assonanza”.

Ma qual è il modo giusto per applicare il blush?

Pablo ci spiega che ogni forma del viso ha una tecnica ideale:
su un viso ovale, il blush va steso in modo orizzontale, dallo zigomo fino alla punta del naso;
su un viso tondo o largo, va applicato in diagonale, partendo dallo zigomo e arrivando fino all’angolo del labbro.

Anche la carnagione è un elemento fondamentale di cui tener conto nella scelta del tono di blush da applicare:
se avete una carnagione chiara, quasi nordica, optate per tonalità fredde, quali i colori tendenti al rosa;
per le carnagioni castane, prediligete i toni pesca e salmone;
ideali per le carnagioni olivastre sono i toni del corallo e del bronzo.

Ma quale preferire tra blush in crema e blush in polvere?

Fard in polvere

Fard in polvere

Pablo consiglia di utilizzare un blush in crema se avete una pelle secca o con qualche segno, mentre ne consiglia uno in polvere in caso di pelle grassa o pori dilatati.

Dalle passerelle di alta moda al vostro make up quotidiano, il blush vi aiuterà a conferire al vostro look una naturalezza e una freschezza tutte estive!