Cosmoprof Worldwide Bologna 2018: noi c’eravamo!

Da ormai 50 anni, il Cosmoprof è osservatorio leader in ambito internazionale sulle tendenze e sulle novità del settore della cosmetica e del mondo beauty.

Dunque, non potevamo di certo mancare a quest’ultima edizione del Cosmoprof, che si è svolta a Bologna dal 15 al 19 marzo: quattro giorni di make up, di moda, di bellezza e di novità

Il Cosmopack ha fatto da nastro inaugurale a questo grande evento: una giornata bellissima ed intensa, dedicata al colore, alle materie prime e alle tendenze make up 2019.

Il 15 marzo ho incontrato i fornitori per parlare di progetti futuri e cercare nuovi stimoli creativi, mentre dal 16 siamo entrati nel vivo della fiera: all’interno dello stand Baldan Group si sono accesi i riflettori, che hanno illuminato le tre postazioni trucco, pronte per lo show.

Il gruppo di visagisti che ho capitanato è stato composto da Fernando Melileo, Antonio Riccardo, Nicola Acella, Marcel Bason, Emma Forlani, Assuri Naga, i quali si sono alternati sul palco accanto a me, dando prova di grande eleganza e padronanza del mestiere e rivisitando i concept proposti, secondo la loro creatività.

Trucco sposa romantica

Trucco sposa romantica di Antonio Riccardo

Al Cosmoprof Worldwide Bologna è approdata anche la sposa, in versione romantica o alternativa, con le modelle hanno indossato gli abiti dell’atelier galleria Nartist di Angela Antonicelli.

Il trucco di una sposa

Il trucco sposa glamour di Nicola Acella

Per le mise romantiche, il make up è stato declinato con i toni dell’albicocca e del pesca o con quelli che vanno dal rosa cipria al fucsia, come possiamo vedere nella foto di Ilaria;

Trucco sposa seducente

Trucco sposa seducente . Make up: Fernando Melileo

Giada, invece, ha indossato “seducente notturno”, un abito blu, un’opera dipinta a mano da Mimmo Milano, per una sposa non convenzionale: il trucco è un gioco di contrasti tra toni caldi ambrati ed il blu freddo. Per quanto riguarda gli hairstyling, si passa da onde spettinate e fluenti a raccolti morbidi ed eleganti.

Per l’intimo, è stata scelta la collezione di Alessia Spagnuolo, mentre le acconciature sono state impreziosite dai cerchietti presi a Portobello Road: Verdiana indossa un babydoll e un pagliaccetto rosa, il suo sguardo è stato reso più seducente ed intenso da uno smokey, rivisitato in chiave moderna, con colori che vanno dal viola al rosa, il mood si ispira agli anni Venti, con onde piatte che incorniciano il viso e un piccolo chignon basso alla nuca;

Smokey

Smokey. MUA: Pablo Gil Cagnè. Abito di Alessia Spagnuolo

Giorgia indossa una vestaglia in seta color crema, raffigurante la Venere di Botticelli e proprio per questo il suo make up si ispira ad una bellezza classica e minimal;

Trucco Venere

Trucco Venere di Botticelli. MUA: Emma Forlani. Foto di Vilmantas Morkvènas. Abito: Rachele Landi

Roberta infila una vestaglia, che lascia intravedere una sottoveste in pizzo nera, e mostra un trucco realizzato da Fernando Melileo, ispirato agli anni Sessanta, una Marylin in versione contemporanea, con labbra rosse ed eyeliner grafico; Ilaria sfoggia un elegante pigiama palazzo, ma a renderla ancora più sensuale è un trucco moda con colori che variano dal giallo lime al verde mela.

Trucco Marylin

Trucco Marylin di Fernando Melileo

Per quanto riguarda il look estivo, grazie alla collaborazione di Gai Mattiolo, che ci ha gentilmente concesso la collezione Love to love, il tema è stato “Capri ed il mare”: Maria Teresa Corso ha indossato un caftano giallo lime, con stampe etniche, che nella prima versione viene messo in contrasto con il fucsia del make up, per un’esplosione di colore, e nella seconda variante è abbinato ad uno smokey bordeaux;

Summer make up in contrasto

Summer make up in contrasto. MUA: Marcel Bason. Abito: Gai Mattiolo

Verdiana indossa un pantalone moda Capri bianco con arabeschi blu royal e cristalli e un costume da bagno intero come top, il trucco è uno smokey blu con degli inserti rosa, mentre l’acconciatura richiama i grafismi dell’abito,

Smokey blu

Smokey blu. MUA: Pablo Gil Cagnè

ma Verdiana la ritroviamo anche con un abito lungo bianco impreziosito da disegni che ricordano i paisley indiani, un make up a tutto strobing, ma con un tocco di un prodotto creato da me per la prossima estate, il light hunter, ossia delle gocce con perlature tridimensionali, che ho applicato sugli zigomi;

Make up strobing

Make up strobing. MUA: Pablo Gil Cagnè. Abito di Gai Mattiolo

Giorgia sfoggia un pantalone Capri aragosta e un top con scollo americano e stampe floreali in stile jungle, il suo maquillage segue i toni arancio, rame ed oro, mentre nell’altra variante le labbra si fanno protagoniste con un rossetto bianco.

Trucco esplosivo di colori

MUA: Nicola Acella

Domenica 18 abbiamo avuto il piacere di ospitare presso il nostro stage il giovanissimo e pluripremiato stilista Dimitar Dradi, che ci ha omaggiato della sua Capsule collection, presentando quattro delle sue creazioni: un abito bianco per Maria Teresa Corso con un’unica nota di colore nella cintura, che le cinge la vita e che rappresenta un corallo, l’abito è ispirato all’uncinetto, ma è realizzato con materiali innovativi come la rafia, soffice, ma voluminosa, anche il make up richiama il colore predominante nell’abito, monocromatico a base di luci;

Trucco bianco

Trucco monocromatico a base di luci. Abito di Dimitar Rafia

per Verdiana, un abito con più di 30,000 tra perle e cristalli, che vuole rappresentare il peso che le donne indossano in virtù della loro condizione, un trucco che spazia tra i toni dell’acqua e onde morbide che le incorniciano il volto;

Trucco Smokey blu notte e rosa

Trucco Smokey blu notte e rosa. MUA: Pablo Gil Cagnè Abito: Dimitar dradi

Giorgia veste i panni di una farfalla e per lei Fernando ha realizzato un face cover artistico, con lo sguardo contornato da una mascherina grafica rivolta verso il basso, rappresentando sul volto della modella la vita della crisalide, che spicca il volo verso le sopracciglia in un’esplosione di arancioni;

Face cover artistico

Face cover artistico di Fernando Melileo

l’ultimo abito di Dimitar è in stile vittoriano, dai toni rosa e azzurro e dal collo imponente.

Make up artist al Cosmoprof

Make up & hairstyle Alessia Spagnuolo

Il Cosmoprof è fatto di attimi, di colore, di make up, di fatica e d’impegno, ma anche di tante soddisfazioni, quindi un grandissimo ringraziamento da parte mia va a chi si è succeduto allo stand durante queste giornate, ma soprattutto a chi ha reso possibile questo risultato: primo fra tutti il patron di casa, Antonio Baldan; i visagisti, già citati precedentemente, Fernando Melileo, Salvatore Grauso, Emma Forlani, Antonio Riccardo, Nicola Acella, Marcel Bason; gli hairstylist, Alessandro Maritato, Giorgio Mugavero, Alessia Spagnuolo, Daniele Di Giuseppe; le modelle, Verdiana Coluccia, Giada Wiltshire, Maria Teresa Corso, Ilaria Petruccelli, Roberta Molinini, Giorgia Dilernia, Carmen Martorana; i fotografi, Paolo De Novi e Stefano Wurzburger.

Un ringraziamento particolare, inoltre, va a Claudio Marfurt, che è stato abile regista di queste 4 giornate.

Claudio Marfurt

Claudio Marfurt

Dopo questa carrellata di nomi, non mi resta altro da fare che invitarvi al prossimo anno: ci vediamo al Cosmoprof Bologna 2019!

Alta Roma: anche la Face Place c’è!

Alta Roma si è svolta dal 25 al 28 gennaio, animando la capitale di numerosi eventi e sfilate.

Come poteva mancare la Face Place ad una delle sfilate di moda più attese, quale l’Alta Roma?

Sfilata Alta Moda Roma 2018

Sfilata Alta Moda Roma 2018

L’accademia di Pablo, art director Gil Cagnè Baldan Group, è stata sponsor tecnico di due importantissimi eventi moda Roma: il Victoria, il 27 gennaio, e il World of Fashion, il 28 gennaio.

Alta Roma: Victoria

Evento organizzato dalle event managers Eleonora Eutizi e Roberta Balestrieri, art director Domenico De Santis e press office Maria Cristina Rigano, il Victoria è una sfilata collettiva, tenutasi il 27 febbraio al Montemartini Palace.

Sfilata World Of Fashiopn Alta Moda Roma 2018

Sfilata World Of Fashiopn Alta Moda Roma 2018

L’evento ha portato in passerella le creazioni di quattro stilisti: Cinzia Ferri, Marina Corazziari, Vanessa Villafane e Abed Mahfouz, ospite d’eccezione che ha presentato la collezione “Chaotic Romance”, facendo sognare i presenti con abiti dai toni delicati, impreziositi da ricami d’oro e da Swarovski.

Alta Roma: World of Fashion

Alta Roma: World of Fashion

La Face Place a Alta Roma: World of Fashion

Domenica 28, invece, è stata la volta della XX edizione del World of Fashion, evento ideato e diretto Nino Graziano Luca e che si è tenuto a Roma, presso l’hotel Excelsior.

L’evento si è distinto per essere un connubio di moda ed arte: la scenografia della sfilata è stata, infatti, una maestosa opera del Maestro Max Marra.

Gli stilisti che hanno animato la passerella sono stati: Addy Van Den Krommenacker dall’Olanda, Marcela de Cala dalla Spagna, Rujji by Raja el Rayes Libia e gli italiani Massimiliano Giangrossi e Georgiana De Prisco.

Pablo Gil Cagne e Claudio Marfurt

Pablo Gil Cagnè, Claudio Marfurt e Ino Mantilla

Il make up di Victoria e del World of Fashion è stato ideato da Pablo, che ha proposto un trucco ispirato ai colori della primavera, utilizzando toni che vanno dai beige sabbiati ai marroni e ai rosa polvere, per un look fresco e naturale, che rispetti la pelle, facendola respirare.

I toni neutri si abbinano perfettamente agli abiti molto colorati, che abbiamo visto sfilare in passerella nel week end precedente.

Per le acconciature, l’hair stylist Gennaro Diana ha pensato e realizzato insieme al suo staff degli chignon bassi con intrecci, sempre eleganti ed attuali.

Entrambi gli eventi hanno avuto una gran risposta dal pubblico, in particolare i numerosi giornalisti di moda ed appassionati del settore che sono accorsi per prendervi parte.

Lo staff della Face Place ha vissuto due giornate intense ed impegnative, ma ricche di soddisfazioni, che di certo resteranno tra quelle da ricordare.

Truccatori Face Place Eventi e sfilate Roma

Truccatori Face Place Eventi e sfilate Roma

I giovani make up artist hanno avuto modo di vivere in prima persona quello che viene raccontato in aula e che spesso hanno respirato e sognato attraverso qualche foto di giornale.

L’adrenalina, la precisione, la pulizia nel lavoro, il ticchettio dell’orologio che scandisce i minuti, i movimenti rapidi per realizzare trucco, la consapevolezza di non poter sbagliare, il lavoro di squadra, la risposta alla domanda degli stilisti tramutata in rossetto e blush, un’esperienza unica da vivere: sì, credo siano proprio queste le parole giuste per raccontare in poche righe due giornate ricche di lavoro, ma di quel lavoro che emoziona.

Prove di Trucco a Alta Roma 2018

Prove di Trucco a Alta Roma 2018

Alta Roma per la Face Place: un piccolo grande passo in più, che si è andato ad aggiunge al percorso svolto presso la sede dell’Accademia.