Detersione del viso: punto di partenza per un buon make up

La pelle del volto di una donna è come la tela di un pittore: deve essere candida. Ogni trattamento di bellezza, dunque, inizia e finisce con una buona detersione del viso che non deve ridursi a gesti meccanici e veloci, ma a un massaggio accurato appena svegli o poco prima di coricarsi, come se si stesse levigando una statua di marmo al ritocco finale.

Impariamo a prenderci cura della pelle eseguendo una corretta detersione del viso.

E’ un bene che la detersione diventi un rito contro l’invecchiamento e per liberare l’epidermide dalle impurità. La cute deve essere pulita, tonificata e priva du cellule morte e solo quando si è ottenuto questo risultato i principi attivi contenuti nelle creme possono penetrare in profondità e svolgere la loro azione idratante, nutriente o anti-rughe. Solo così la pelle è pronta a ricevere i trattamenti di bellezza.

Al mattino, la pulizia del viso “risveglia” la pelle, con effetto freschezza ed energia. Naturalmente occorre usare un detergente adatto a viso e collo, applicato all’epidermide eseguendo delicati movimenti circolari, prima del risciacquo.

La sera, per riconsegnare al viso luminosità e confort, si facciano gli stessi movimenti. La pelle sarà libera dalla stanchezza e senza traccia del make up.

Non tutte le pelle sono uguali. Ecco alcuni consigli:

  • per pelli delicate e secche è indicata la mousse micellare dalla texture in spuma;
  • per pelli inspessite il detergente granulare è il più adatto;
  • per pelli secche è stato pensato il lattegel sensoriale;
  • per pelli grasse o acneiche è consigliato lo stick detergente al carbone attivo.

Attenzione, per gli occhi, è bene usare uno struccante bifasico per asportare residui resistenti all’acqua e i trucchi più forti, come i lip lacquer. Non dimenticare che per eliminare qualsiasi traccia di untuosità, va sempre utilizzato un tonico a base di acido ialuronico ed erba cristallina.

Strucchiamo gli occhi, utilizzando faldine di cotone imbevute del bifasico, compiendo movimenti dall’alto verso il basso e seguendo la curva delle ciglia,

Rimuoviamo il rossetto.

Contro le fastidiose pellicine sulle labbra, le lamelle cornee, eseguire uno scrub con il gel granulare.

Detergiamo il viso

Procediamo con il detergente viso e delle spugnette, conmovimenti espulsivi, Oppure con la Pop brush in silicone che, grazie alla sua vibrazione, consente l’ossigenazione della pelle, creando un leggero arrossamento e un maggior assorbimento dei principi attivi dei detergenti e della crema.

Pop brush spazzola massaggiante

Pop brush spazzola massaggiante

La Pop brush svolge due azioni: una ‘idrofila’ per la crema giorno, mantenendo costante il fattore di idratazione naturale (MNF) e proteggendo dalle radiazioni solari (UVA/UVB). Una ‘lipofila’ per la crema notte, apportando il giusto nutrimento durante le ore in cui la pelle riposa ed è più accogliente per ricevere i principi attivi.

E’ giunto il momento di passare alla detersione con il tonico spray, che può essere utilizzato anche come fissatore post trucco, quindi possiamo applicare il primer e procedere al trucco.

Si consiglia per le labbra il balm dalla formula emolliente e lenitiva, che previene ed attenua le screpolature. Dentro c’è l’olio di mandorle dolci, che protegge dagli agenti atmosferici, il burro di Karitè e le sfere di collage marino, che conferiscono alle labbra un aspetto turgido, morbido e voluminoso.

Oltre alla cura quotidiana della pelle è bene effettuare la pulizia del viso dall’estetista o da professionisti del settore, almeno ogni 6 settimane circa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.