Alta Roma: anche la Face Place c'è!

Tutto pronto per la XXI edizione di Alta Roma, che si svolgerà oggi 27 gennaio, animando la capitale con eventi e sfilate.

Come poteva mai mancare la Face Place ad un evento di tale portata quale sarà e quale è sempre Alta Roma?

Sfilata Alta Moda Roma 2018

Sfilata Alta Moda Roma 2018

Stiamo parlando, infatti, di una delle sfilate di moda più attese dell’anno, non solo in Italia, ma in tutto il mondo!

A partire dalle ore 19.30, Palazzo Brancaccio ha ospitato l’edizione 2019 del World of Fashion, diretto da Nino Graziano Luca.

Alta Roma: Victoria

In passerella, quest’anno si succederanno le creazioni di artisti provenienti da ogni parte del mondo, in particolare: Addy Van Den Krommenacker per l’Olanda, Azzurra Di Lorenzo, Giorgia Lingerie e Marina Corazziari Gioielli per l’Italia, Marcela De Cala della Spagna e Rujji by Raja El Rayes dalla Libia.

Evento ufficiale del calendario Alta Roma, il World of Fashion è un evento speciale, che vuole promuovere i talenti e le risorse più promettenti del mondo della moda.

Ormai, è uno degli eventi più attesi, da giornalisti italiani e internazionali, addetti ai lavori e appassionati.

A prendere parte all’evento, quest’anno ci saranno circa 60 stilisti, di ben 25 paesi diversi, tra i quali Dubai, Qatar, Libia, Egitto, Arabia Saudita, Libano, Emirati Arabi Uniti, Babrain, Kuwait, Giordania, Paraguay, Colombia, Albania, Argentina, Bulgaria, Cipro, Sudafrica, Thailandia, Cina, Tunisia, India, Malta, Palestina e Olanda.

Alta Roma: World of Fashion

Alta Roma: World of Fashion

La Face Place a Alta Roma: World of Fashion

Insomma, un vero e proprio punto di ritrovo di livello internazionale e un luogo di incontro per costumi, tradizioni, ideali e usanze provenienti da ogni dove!!

Ad assistere all’evento, vi sono stati oltre cinquecento ospiti, con personaggi che vi hanno preso parte, dal mondo dello spettacolo e della cultura, giornalisti, ambasciatori, imprenditori ed esponenti della nobiltà.

Il messaggio lanciato dal World of Fashion è stato un messaggio di speranza, come ha dichiarato Nino Graziano Luca, che ha voluto in questo modo porre l’accento sul dialogo instaurato tra culture diverse, realizzato attraverso il linguaggio dell’arte e, in particolare, attraverso il linguaggio della moda.

Pablo Gil Cagne e Claudio Marfurt

Pablo Gil Cagnè, Claudio Marfurt e Ino Mantilla

Alta Roma per la Face Place: un piccolo grande passo in più, che si è andato ad aggiunge al percorso svolto presso la sede dell’Accademia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.