Se siete amanti del make up, di certo non vi sarà sfuggito il ritorno dell’eyeliner!

Ebbene sì, dopo una serie di vicende altalenanti, l’eyeliner è tornato a spopolare nei beauty case di ogni donna.

Se il kohol, antenato del nostro eyeliner, era molto diffuso tra le regine egiziane, prime tra tutte Cleopatra, oggi è un elemento essenziale del make up di molte donne: dalla collega in ufficio alle celebrities più amate.

Nell’Antico Egitto, veniva applicato un fluido nero, con l’aiuto di un bastoncino chiamato mirwed, in modo da dare all’occhio una forma più allungata.

La differenza tra questo e il moderno eyeliner occhi stava nel fatto che la linea era doppia, ma dritta, quasi in direzione discendente, mentre oggi tende a salire verso l’alto: in questo modo, infatti, si dà un tono migliore alla pelle e un’aria più sbarazzina.

Dopo una piccola pausa alla fine degli anni Novanta, l’eyeliner è ricomparso sulla scena, ma attenzione: si tratta di uno strumento che va usato in modo consapevole.

Infatti, con questo è possibile valorizzare gli occhi e lo sguardo di una donna, ma si rischia anche di compiere dei veri e propri disastri!

Ecco perché è importante sapere come mettere l’eyeliner, in modo da dare risalto non solo ai vostri occhi, ma al viso nel suo complesso.

Eyeliner come si mette

Per realizzare correttamente un trucco eyeliner e avere uno sguardo davvero magnetico, è importante avere precisione e mano ferma.

Perché ciò avvenga, è necessario fare tanta pratica, fino a raggiungere una linea dritta.

Se siete ancora alle prime armi, vi consigliamo di utilizzare un eyeliner pennarello o un eyeliner gel, che vi facilita il movimento.

Errore comune nell’applicare l’eyeliner occhi è quello di partire dall’interno occhio e andare verso l’esterno.

Sbagliato!

È necessario stendere il prodotto procedendo dall’esterno verso l’interno, in quanto il pennello è più imbevuto all’inizio e il tratto più spesso deve essere quello esterno.

Il nostro consiglio è quello di posizionare l’indice sotto il sopracciglio e tirare leggermente la palpebra verso l’esterno con il pollice.

Altro piccolo accorgimento sta nell’aprire leggermente la bocca durante l’applicazione: infatti, le labbra chiuse fanno tremare il contorno occhio, rendendo più complicata l’operazione.

Se avete paura di sbagliare nel tracciare la linea, prendete un cartoncino e utilizzatelo per disegnare i contorni del triangolo, che poi riempirete con il colore da voi scelto.

La tendenza è tutta direzionata verso righe doppie, grafiche e trucco scenografico, che fa proprie le influenze degli anni Ottanta.

Tuttavia, queste le sconsigliamo a coloro che abbiano una palpebra mobile piccola, in quando l’effetto scuro renderebbe l’occhio troppo chiuso.

Eyeliner quali colori

Swatches

Swatches. Foto: happiestladies.blogspot.com

Oltre al classico e tradizionale eyeliner occhi nero, stanno spopolando una serie di colori, con i quali potete sbizzarrirvi!

Molto particolari sono le tinte metallizzate, che conferiscono un magnetismo particolare al vostro sguardo.

In alternativa, anche colori come blu, viola e verde danno un tono scuro, ma non troppo!

Se poi volete mantenere un look tenue, allora potete optare anche per giallo o rosa, che renderanno il vostro sguardo più luminoso.

Insomma, che sia classico o colorato, l’eyeliner è da sempre il modo migliore per valorizzare il proprio sguardo e sfoggiare un look che non può passare inosservato!

“Sei bella da far paura” può essere un complimento molto apprezzato da una donna, ma riceverlo quando si sfoggia un make up Sposa Cadavere per Halloween ha ancora più valore!

Sposa Cadavere per Halloween

Trucco Sposa Cadavere per Halloween

Care lettrici, Halloween si sta avvicinando e per la notte del 31 ottobre dovrete essere pronte a spaventare, ma senza perdere femminilità e eleganze: cosa c’è di meglio, quindi, di un make up Sposa Cadavere per l’occasione?

Infatti, quest’anno ho pensato di proporvi un trucco ispirato ad un celebre film, il cui regista può essere definito il re del gotico e il poeta delle favole nere, ma romantiche.

Per capire meglio a chi mi riferisco, ve lo presento così:

Questo è Halloween! Questo è Halloween! Halloween! Halloween! Halloween! Halloween!

Queste sono le parole di una canzone tratta dal film The Nightmare Before Christmas e quello di cui sto parlando è proprio di Tim Burton, regista anche de La sposa cadavere, di cui ci occupiamo oggi.

Storia della Sposa Cadavere

Come truccare una sposa cadavere

Come truccare una sposa cadavere

Mentre con la spugnetta asciutta applico sulla mia sposa cadavere la base Kryolan 070 white su tutto il viso, per entrare nel mood giusto, vi racconterò la sua storia.

Il giovane Victor Van Dort sta per prendere in moglie la sua fidanzata Victoria Everglot, tramite matrimonio combinato, mosso da interessi economici e di riscatto sociale.

L’incontro tra le due famiglie permette ai due promessi sposi di conoscersi e, contrariamente ad ogni aspettativa, di innamorarsi, ma le prove del matrimonio si riveleranno disastrose, a causa di un Victor agitato ed impacciato.

La celebrazione viene rimandata a data da destinarsi, non prima che il promesso sposo abbia imparato perfettamente i voti nuziali: Victor si ritroverà, quindi, a girovagare senza meta nella foresta, cercando di imparare il tanto agognato giuramento.

Preso da un’improvvisa ispirazione, pronuncia senza esitazione la promessa matrimoniale e suggella il voto infilando l’anello a quello che, apparentemente, sembra un ramo, ma che si rivelerà essere lo scheletro di una mano, che lo trascinerà nel mondo dei morti.

Qui, Victor apprende la triste storia della giovane Emily, colpevole solo di aver riposto amore e fiducia in un forestiero, che giurava di ricambiare questi nobili sentimenti.

Spinta dal suo uomo, la giovane aveva deciso di fuggire con lui per sposarsi in segreto, ma, presentatasi in abito da sposa in piena notte all’appuntamento convenuto, viene aggredita e uccisa proprio dall’amato, che, prima di fuggire, la deruba di tutti i gioielli.

L’anima di Emily era rimasta lì, in una sorta di limbo, in attesa del tanto desiderato giuramento, pronunciato inconsapevolmente da Victor.

Desideroso di sposare Victoria, con uno stratagemma, Victor convince Emily a tornare nel mondo dei vivi, dove il giovane sposo ha la possibilità di raccontare tutto l’accaduto alla sua promessa, prima di essere riportato dalla Sposa Cadavere negli inferi.

Data l’assenza di Victor, i genitori di Victoria decidono di darla in sposa ad un altro uomo, il misterioso, ricchissimo e pressoché sconosciuto Lord Barkis, che avrebbe salvato gli Everglot dalla rovina.

Appresa la notizia del matrimonio della sua promessa, con un altro uomo, disperato, Victor decide di suggellare il suo legame con la Sposa Cadavere, perdendo lui stesso la vita, bevendo del veleno.

Le nozze si sarebbero celebrate presso la cappella del cimitero degli Everglot.

Ormai sposata a Lord Barkis, Victoria assiste per caso alle nozze del suo fidanzato con Emily.

Trucco sposo cadavere

Trucco sposo cadavere. Pablo Gil Cagnè

Quando la Sposa Cadavere nota il volto di Victoria, però, capisce di star rubando la felicità di un’altra persona: allora, decide di rendere la libertà a Victor e gli impedisce di bere il veleno.

I colpi di scena non sono finiti: improvvisamente, irrompe nella cappella Lord Barkis, che afferra Victoria minacciandola con un coltello alla gola e pretendendo da lei la sua dote, facendo cadere la sua maschera da ricco signore e mostrandosi uno sciacallo in cerca di una dote, che, nel caso di Victoria non era disponibile, dato il crollo finanziario della famiglia Everglot.

In quel momento, Emily riconosce in lui l’uomo che l’aveva uccisa e derubata, ricordando finalmente cosa accadde la notte delle sue nozze.

Grazie all’aiuto di Emily, Lord Barkis decide di andar via, ma non prima di aver fatto un ultimo brindisi in onore di Emily “sempre la damigella e mai la sposa!”.

A quel punto, bevendo dal calice in cui ignora ci sia il veleno, muore pochi passi dopo, ormai alla mercé dei morti, che lo trascinano via con loro.

Vendicatasi dell’uomo che l’aveva uccisa, Emily riconsegna a Victor il suo anello e, ormai libera, si trasforma in uno sciame di farfalle e vola verso la luna.

Trucco Halloween Sposa Cadavere

Makeup Sposa Trucco cadavere

Makeup Sposa Trucco cadavere. Modella Lorenza

Ora torniamo a noi!

Finito di preparare la base e di raccontare la trama, per realizzare il mio trucco Sposa Cadavere ho continuato scurendo le sopracciglia e rendendole più dritte verso il basso, con il nuovo cake eyeliner della linea Gil Cagnè, utilizzato con il pennello 211 brow brush.

In questo modo, ho rivisitato il maquillage della Sposa Cadavere e mi sono lasciato ispirare dalla donna degli anni 30, in stile diva hollywoodiana.

Per gli occhi, ho realizzato uno smokey eye discendente, con l’ombretto optical black, sfumato sulla palpebra fissa, e l’ombretto brown, per rendere lo sguardo profondo, ma malinconico allo stesso tempo.

All’interno della congiuntiva, ho applicato la matita occhi 101 secondo skin e nella parte inferiore una ciglia finta, per avere un effetto da bambola.

Sulle labbra, ho applicato l’instant volume 408 lolita pink.

Rossetto Instant Volume Lolita Pink

Rossetto Instant Volume Lolita Pink

Per rendere il tutto più tetro e macabro, nella parte zigomatica destra è stata creata sul momento una protesi.

Protesi per trucco sposa cadavere

Protesi per trucco sposa cadavere di Fernando Melileo

Volete qualche dritta su come realizzare questo make up in casa, in modo facile e veloce e senza ricorrere a prodotti specifici?

Prendere carta e penna e scrivete!

Per la ferita, è sufficiente l’utilizzo della colla vinavil e di semplici veline; i denti sono stati creati con delle comuni tip per unghia; per l’effetto sangue, è bastato il lip lacquer 415 audacious magenta.

Lip Lacquer Audacious Magenta

Lip Lacquer Audacious Magenta

La nostra Emily indossa un abito da sposa con una profonda scollatura sul decolté, la veste scivola sinuosa lungo il suo corpo, cingendole i fianchi e culminando in un’ampia e morbida coda.

Qua e là, qualche piccola piega, quasi come fosse stropicciato, dona una sensazione spiazzante e uno stile ricercato, che calza a pennello a qualsiasi matrimonio, anche a quello della Sposa Cadavere.

Pettinatura per trucco halloween

Pettinatura per trucco halloween di Alessia Spagnuolo

I fiori e il velo ricamato incorniciano il volto malinconico e servono da contrasto per il viso bianco e tetro e per la ferita ripugnante, creando un’atmosfera romantica e d’altri tempi.

Trucco Halloween Sposo Cadavere

Per quanto riguarda me, come potete vedere dalle foto, ho giocato interpretando il ruolo di Victor, lo Sposo Cadavere: per la base, ho usato esattamente lo stesso procedimento che ho seguito per realizzare quella di Emily.

Poi, ho continuato pettinando le sopracciglia verso l’alto e disegnando dei peli sull’apice e sulla coda.

Per gli occhi, ho applicato sulla palpebra mobile il correttore shader 105, sfumadolo verso il basso, per abbassare l’occhio.

Correttore shader 105 per trucco halloween

Correttore shader 105 per trucco halloween

Ho fissato il tutto con l‘ombretto marrone del duo lighting&shading.

Per finire, ho applicato la matita passion red 106 nella congiuntiva, per incorniciare il mio sguardo, reso spettrale dall’uso di lenti con iride bianca.

Trucco sposo cadavere matita passion red

Trucco sposo cadavere matita passion red

Al centro delle labbra, ho applicato l’instant volume 407 bloody mary.

Il mio Victor indossa un frac nero, con gilet bianco, papillon e fiore nero, per uno stile black and white, dall’eleganza romantica e sempre al passo con i tempi, anche di quelli del regno degli Inferi!

Quest’anno mi sono divertito in prima persona, cercando di darvi qualche spunto alternativo, ma semplice da eseguire, per un trucco per Halloween semplice, adatto a tutti, non solo ai professionisti del settore.

Cosa aspettate? Ora sta a voi scegliere la maschera per il vostro make up Halloween!

Il 31 si avvicina!

Coloro che siano appassionati di maquillage lo sanno bene: la ricerca della perfezione deve essere costante!

Il maquillage, infatti, consiste nel truccare o nel ritoccare il viso, realizzando un make up attraverso l’utilizzo di ombre e colori chiari e scuri, in modo da mettere in evidenza determinati punti del viso e nasconderne altri.

Ecco per voi qualche consiglio per come perfezionare la vostra tecnica, così da ottenere un risultato davvero impeccabile!

Prima di tutto, parliamo di correttore: questo va applicato puntinando nel cerchietto dell’occhio con un pennellino piatto e sfumando, utilizzando il vostro polpastrello e procedendo verso l’interno dell’occhio, continuando a picchiettare.

Una volta steso in modo uniforme il correttore, passiamo al fondotinta: servitevi di una spugnetta naturale, che dovrete inumidire e poi asciugare con un fazzoletto. Applicate una piccola quantità di prodotto nei cinque punti del viso e, picchiettando, stendete il prodotto con un movimento dall’interno verso l’esterno.

Ora è la volta del fard, che, utilizzando il pennello apposito, dovrete stendere sotto l’osso dello zigomo, tirando ancora verso l’esterno.

Una volta applicato il fard, mettete un po’ di cipria su un piumino, strofinate bene il piumino sul palmo, così da farla aderire bene e stendetela in modo omogeneo su tutto il viso, picchiettando ancora.

In questo caso, prestate particolare attenzione alla zona T, ossia fronte, naso e mento.

Togliete l’eccesso di cipria passando un pennello grande su tutto il viso.

Per quanto riguarda le sopracciglia, applicatevi un fissatore con uno spazzolino e riempite eventuali vuoti tra una sopracciglia e l’altra, utilizzando la matita apposita.

A questo punto, dirigete la vostra attenzione sugli occhi.

In particolare, sulla palpebra mobile, applicate sempre un ombretto chiaro, da stendere con un pennellino bagnato in acqua, in modo da creare una crema omogenea, da stendere sulla palpebra con un pennello piatto. Picchiettate con il polpastrello, così da fissare meglio, e arrivate fino alla linea che divide le due palpebre.

Per la palpebra fissa, invece, scegliete sempre un ombretto di qualche tonalità più scura rispetto a quella utilizzata sulla palpebra mobile e, utilizzando il pennello piatto, applicatelo sull’osso orbicolare, procedendo dall’esterno verso l’interno. Create un punto luce al di sotto delle sopracciglia, ovviamente, con un colore chiaro o con il correttore.

Con una matita occhi o un eyeliner, eseguite un infracigliare, applicandoli proprio all’attaccatura della rima cigliare, così da creare un piccolo triangolino all’estremità esterna, e sfumate con un ombretto.

Concludete il trucco occhi applicando il mascara, per dare maggior volume alle vostre ciglia.

Terminiamo il tutto dedicandoci alla bocca, eseguendo il contorno labbra: partite dall’angolo di cupido e tracciate una linea verso l’esterno fino alla fine del labbro. Ripetiamo la stessa procedura anche sull’altra metà della bocca. Tracciate la base del labbro inferiore, unite con delle linee, dall’esterno verso l’interno, e sfumate la matita verso l’interno della bocca.

Applicate il rosseto e il gioco è fatto!

Mi raccomando, fate attenzione a tre piccoli passaggi, che possono fare la differenza tra un trucco ben eseguito e uno più superficiale:

  • temperate bene le matite prima di ogni utilizzo;
  • utilizzate il pennello di piatto, non di punta;
  • inumidite la spugnetta prima di applicare il fondotinta.

Foto credit: Stefano Wurzburger

Quante volte davanti alla scelta di una maglia o del colore di un rossetto vi sarete sentite dire:”così stai meglio” oppure “questo colore ti dona”? Vi siete mai chieste perché un colore vi si addica più che un altro? Se sì, la risposta potete trovarla nell’armocromia!

Le semplici e banali frasi delle vostre amiche nel darvi un parere su quale colore sia meglio per rispetto ad altri racchiudono un mondo, che è quello dell’armocromia: quella che sembra una scelta meccanica e d’impatto è invece dettata da profonde motivazioni, che ora proverò a spiegarvi.

Quando ci si deve vestire o truccare, la scelta del colore giusto, che calzi a pennello col vostro colorito, è davvero importante: infatti, un colore può rendere il vostro incarnato luminoso o al contrario spegnerlo irrimediabilmente. Ecco il perché della risposta “cosi stai meglio” che viene immediata dal nostro amico.

Armocromia il test dei colori per il trucco

Armocromia il test dei colori . A partire da sinistra: Monica Marocco (look maker) – Pablo Gil Cagnè – Erica De Matteis (modella) e Rachele Landi (look maker)

Ma come fare quindi a capire quale colori ci dona di più di altri?

Semplice, basta seguire l’armocromia! Ma vediamo insieme cos’è.

Iniziamo parlando dell’origine etimologica del termine, ossia armonia e chroma, che in greco vuol dire appunto, colore: l’obiettivo di questa particolare arte è determinare un’armonia di colori per la propria persona.

Tale studio nasce nel 1978 , con l’uscita del libro Color me a season” di Bernice Kentner, cosmetologa, interessatasi allo studio e all’analisi dei colori.

Nel suo libro, l’autrice spiega che, cosi come coordiniamo i colori all’interno di una casa per rendere gli ambienti più piacevoli, possiamo procedere allo stesso modo con il corpo umano.

Prima di tutto, per abbinare i colori sulla persona bisogna tener in considerazione lo sfondo, ovvero la pelle, più nel dettaglio del tono e sottotono della carnagione.

Ora è arrivato il momento di giocare un po’ insieme partendo con il test dei colori!

Abbinare i colori alla persona

Abbinare i colori alla persona

PRIMA FASE. Secondo l’armocromia, ciascuno di noi appartiene ad una stagione, le quali a loro volta hanno una differente tabella di colori di riferimento.

Per capire quale tabella faccia al caso vostro, dobbiamo vedere la risposta del colorito della pelle al colore che gli si accosta e capire quali sono i colori caldi e freddi.

I colori delle stagioni

Tabella colori delle stagioni

Tabella colori delle stagioni

L’inverno è caratterizzato da una gamma di colori freddi, puri, profondi, primari e saturi “brillanti”.

La gamma di colori che definisce l’estate è fredda, luminosa e tenue, quindi si tratta di colori poco saturi o insaturi “polverosi”.

La primavera mostra una selezione di colori caldi, puri e luminosi, con toni allegri e vivaci.

L’autunno, invece, è caratterizzato da una varietà di tonalità calde, tenui ed intense, colori piuttosto soft e molto caldi.

SECONDA FASE. Una volta capito colori caldi e colori freddi quali sono e individuato la vostra stagione, dovrete considerarla come appartenente a quattro grandi categorie, che a loro volta sono suddivise in sottocategorie, per l’esattezza 12, come i mesi dell’anno.

L’inverno si suddividerà, quindi, in:

  • inverno profondo, in cui regnano le tonalità scure, per cui alle persone appartenenti a questo sottogruppo doneranno i colori primari, saturi, non troppo caldi. Nell’armadio dovranno avere capi rosso puro, prugna, verde foresta, mogano;
  • inverno freddo, per il quale si punterà su colori freddi, puri; sono ok il rosso, il blu, il bianco, il nero o il magenta;
  • inverno puro-assoluto, dominato da colori lucenti e brillanti, molto saturi e appariscenti, come, per esempio, il blu elettrico, il giallo canarino, il fucsia e il verde smeraldo.

L’estate, invece, sarà:

  • estate fredda/assoluta, per persone dall’incarnato caldo ed un colorito olivastro: i colori utilizzati dovranno essere non particolarmente sgargianti, ad esempio, andranno bene le varie tonalità di blu ed i colori freddi;
  • estate luminosa/chiara, per cui andranno utilizzati colori neutri o freddi, come il rosa cipria, il beige, l’azzurro chiaro, mentre sono sconsigliate le sfumature accese;
  • estate tenue: chi appartiene a questa sottocategoria deve prediligere capi con predominanza di colori soft come il grigio, il porpora e il rosa scuro.

La primavera è:

  • primavera luminosa/brillante, per le donne con una pelle molto chiara, pallida e quasi eterea, colori adatti a loro saranno i colori shock e decisi, come il blu o il rosso corallo, che accentueranno il colorito del viso;
  • primavera chiara, con prevalenza di colori chiari, ma allo stesso tempo caldi e morbidi; la differenza rispetto ala sotto-stagione che segue sta nella preminenza di questa prima caratteristica: chi sceglie crema, acquamarina o pesca è sulla giusta strada;
  • primavera calda/assoluta, vuole colori caldi ed accesi, come giallo narciso o violetto.

L’autunno, invece, per finire si suddivide in:

  • autunno profondo/caldo, per colori scuri e profondi: la palette cromatica somiglia a quella dell’autunno assoluto, ma con toni più dark. Tra le sfumature di marrone, ad esempio, in questo caso si consiglia di preferire il mogano e tra i viola, il color melanzana;
  • autunno tenue, dai colori caldi, ma meno intensi rispetto all’autunno profondo e a quello assoluto, per cui si consiglia di puntare su colori soft, come il verde oliva;
  • autunno assoluto/intenso, per persone dal tono della pelle caldo e piuttosto scuro. Perfetto agli accostamenti di colori carichi e ricchi come rosso, oro, marrone.

Quando si effettua il test cromatico da sole, tuttavia, si rischia di non essere obiettive: ecco allora 5 step da seguire, che vi aiuteranno nell’identificazione dei diversi tipi di carnagione:

  1. via il trucco, prima di tutto;
  2. munitevi di specchio e sedia;
  3. tenendo a mente questo articolo e consultando le tabelle, inizia ad accostare al viso uno per volta dei foulard o dei teli colorati;
  4. chiedete aiuto ad una persona esperta o che sappia darvi i giusti consigli;
  5. procedete con il test in una zona ben illuminata; mi raccomando: la luce del sole che arriva non deve essere diretta;
  6. cercate di indossare qualcosa di bianco o tinta unita mentre eseguite il test, perché nessun altro colore deve frapporsi tra voi ed il telo o foulard.
Scelta dei colori per il makeup

Gioco dei teli: scelta dei colori per il makeup

Durante i corsi di trucco armocromia, insieme alla classe, anche io ho effettuato il test dei colori sulla bellissima Erica De Matteis, prima di procedere con il make up: da una prima analisi, i capelli sono risultati chiari, la pelle chiara, le sopracciglia chiare e gli occhi chiari, facendoci orientare, sin da subito, verso la stagione della primavera o dell’estate. A questo punto abbiamo iniziato il gioco con i teli:

  • oro e argento, per capire se l’incarnato fosse caldo o freddo: accostando l’argento, il viso si spegneva, mentre con l’oro risultava più caldo e luminoso;
  • bianco ottico e avorio: su di lei, il primo risultava troppo freddo, rendendo la pelle poco omogenea, i segni del viso più evidenti e le occhiaie più accentuate; l’avorio, invece, metteva il viso al centro dell’attenzione, facendo apparire l’incarnato levigato e gli occhi luminosi, conferendo, inoltre, un generale senso di armonia;
  • arancione e fucsia: il primo valorizzava ed illuminava il viso, mentre il fucsia non la rendeva così raggiante.

Alla fine del gioco, Erica è quindi risultata appartenere alla palette dei colori della primavera: a quel punto, eravamo finalmente pronti per procedere con il make up.

Lezione makeup armocromia

Lezione makeup armocromia

Per lei, ho scelto uno smokey eyes e sono quindi partito dagli occhi.

Smokey eyes test colori

Smokey eyes test colori

Come prima cosa, abbiamo applicato la cipria 103 neutra, per evitare il fall out; la base dello smokey è stata fatta con la matita nera bio 102 Onyx black e l’ombretto cotto Blue black, sfumato con il pennelo 206 sulla palpebra mobile, con il pennello 204 sulla palpebra fissa e con il pennello 207 nella palpebra inferiore.

Matita Occhi Onyx Black

Matita Occhi Onyx Black della Baldan Group

Abbiamo poi inserito poi il fard Coral bay 105, con il pennello 204, e realizzato il punto luce con l’ombretto oro, applicato con il pennello 209.

La base è stata creata con il correttore functional concealer Vanilla 390, steso con il pennello 102. Il lighting è stato realizzato grazie all’illuminante, applicato con il pennello 210 ed il contouring con lo shader e il pennello 203.

Ho quindi fissato il tutto con la cipria neutra, servendomi del pennello 201, e ho applicato il fard 103 sotto lo zigomo e il fard 105 sopra, entrambi con il pennello 202.

Come mascara, ho scelto il lash up.

Le labbra si sono tinte dell’hydralipstick Tangerine orange 403, applicato con il pennello 212, ed del gloss Dolce diva red, mentre come matita ho usato la 107 Party orange.

Gli accessori sono stati scelti da Monica LaJepa Marocco.

Trucco Armocromia Pablo Gil Cagnè

Trucco Armocromia Pablo Gil Cagnè

E ora? Ora non vi resta altro da fare che provare a giocare anche voi!

Buon divertimento!!!

Pronte a tuffarvi finalmente nel make up estivo da mare?

Caro e vecchio agosto, aspettandoti, abbiamo lavorato e, date le temperature, è proprio il caso di dire che la tua attesa è stata sudata, ma finalmente sei arrivato: non resta altro che spegnere i computer, lasciare a casa tacchi e tailleur e puntare al mare, ma con un make up estivo adeguato.

Voglia di libertà, voglia di avventura, voglia di essere naturali e semplici, voglia di staccare dalla routine quotidiana e dal nostro essere sempre precisi, costretti in quegli outfit eleganti ed omologati della vita lavorativa di tutti i giorni.

Agosto è un mese da passare in spiaggia, con le dita solleticate dalla sabbia, i capelli sciolti e il sole che dona il più bel fondotinta naturale.

Un mese di relax, ma anche un mese di incontri e di amori, quindi, care lettrici, non potrete di certo lasciare fuori dalla valigia il vostro beauty make up.

Pronte a tuffarvi nel mondo del trucco estivo?

Ecco alcuni consigli su come truccarsi in estate e su come realizzare un trucco estivo, capace di conciliare la vostra voglia di libertà e naturalezza con l’essere curate, ma soprattutto che vi permetta di sopravvivere al caldo.

Trucco base viso

Fondotinta Compatto Summer Bronzer

Fondotinta Compatto Summer Bronzer della Baldan Group

Prima di applicare il trucco, consiglio sempre di detergere bene la pelle, utilizzando il Grainy gel, che, grazie alle sue perle, esfolia la pelle, liberandola dalle cellule morte, che impediscono una sana abbronzatura.

La pelle dovrà sembrare perfetta, ma in modo naturale, come se non si avesse bisogno di nessun tipo di correzione.

Aiutate anche dall’abbronzatura, il trucco sarà senza fondotinta, sostituito dalle polveri minerali o bronzer, che rendono la pelle luminosa, ma, allo stesso tempo, opaca, lasciandola respirare.

Il primer andrà applicato sempre, per idratare la pelle e far resistere il trucco ai bollenti raggi solari.

Gli All over della linea Bio minerals sono polveri minerali, pure al 98,9 %, un prodotto unico da applicare su viso, zigomi e palpebre, eseguendo un movimento ad 8: si parte dalla fronte, procedendo verso le tempie, si toccano gli zigomi e si torna indietro, per andare verso mandibola e mento; per un effetto moda stripping, passate il pennello toccando il centro del viso, le ali del naso e il ponte, sia sul lato destro che sul lato sinistro.

Queste polveri minerali consentono una protezione, un vero shield contro i raggi solari nocivi.

Per far fuoriuscire la polvere minerale, basterà ruotare la ghiera, così da consentire la fuoriuscita della polvere.

Il Bronzer waterproof della collezione estiva Play time, invece, rilascia una pellicola luminosa, non lucida, conferendo alla pelle un aspetto brillante, ma omogeneo e confortevole per tutta la giornata: applicatelo con il comodo pennello ritraibile, da portare sempre con voi.

Grazie ai suoi principi attivi, ha un effetto antiaging, ma senza appesantire la pelle.

Trucco occhi naturale

Mascara Nero Resistente all’Acqua

Mascara Nero Resistente all’Acqua

I colori consigliati variano a seconda del colore degli occhi:

  • per gli occhi castani o verdi, scegliete il rosa, il pesca e l’arancio;
  • per gli occhi neri o castano scuri, preferite il dorato, il ramato o il bronzo;
  • per gli occhi azzurri o grigi, potete osare con i blu o i viola.

In ogni caso, le gamme di colore che ho indicato sono perfette per un trucco leggero sulla pelle abbronzata.

Il trucco occhi dovrà essere un trucco semplice e leggero, dalle sfumature delicate, che arricchisce lo sguardo senza appesantirlo: applicate l’ombretto selezionato su tutta la palpebra mobile, meglio se con un pennello bagnato in acqua, ossia con la tecnica dell’acquerello.

Le notti d’estate, con il loro fascino, richiamano all’oriente, ai tramonti, a qualcosa di caldo e sensuale: ad una donna che voglia risultare magnetica ed enigmatica consiglio l’utilizzo del kajal, da inserire o all’interno dell’occhio, per un effetto intrigante, oppure da sfumare su tutta la palpebra mobile, per un effetto soft smokey.

Il mascara, come il make up in generale dovrà essere waterproof, un trucco che resista al sudore e all’acqua.

Trucco labbra

Il lip balm

Il lip balm della Baldan Group

I baci a labbra salate si colorano di tinte nude, consigliati, soprattutto, i gloss, perché valorizzano l’abbronzatura, oppure i rossetti instant volume, che, grazie all’acido ialuronico e all’estratto di konjac, conferiscono volume ed idratazione alle labbra, che soffrono durante l’esposizione solare.

Per le serate estive glamour, consiglio i lip lacquers, con tonalità rosso pop o, per le più audaci, magenta, che, grazie al loro effetto long lasting, resistono agli apericena o ai baci più appassionati.

Un piccolo suggerimento è quello di applicare il lip balm prima dell’applicazione dei lip lacquer: questo è a base di sfere di collagene marino e burro di karitè, un vero toccasana per labbra screpolate dal sole e dal sale.

Per fissare il make up, consiglio il Mist&fix, dalla formula arricchita di acido ialuronico, per un effetto idratante, e di erba cristallina, per un effetto fissativo: spruzzatelo a 30 cm dal viso, chiudendo gli occhi e nebulizzando su viso, collo e decolleté.

E ora?

Buone vacanze a tutte!!!

Con l’arrivo delle belle giornate, arriva finalmente il momento di cambiare look, di dare a voi stesse un tocco diverso, più fresco, più luminoso. Non ci resta dunque che scoprire insieme le tendenze make up primavera estate di questa nuova stagione.

Per prima cosa, buttate via tutto il vostro sapere in merito a rossetti, blush, eyeliner e tutto quanto vi ha accompagnate nella realizzazione del vostro make up invernale. Preparatevi, invece, a scoprire un nuovo mondo, fatto di giochi di colori, contrasti decisi e sfumati e conosciamo insieme quelle che si propongono come le ultime tendenze make up primavera estate!

Trucco primavera estate 2018

Trucco primavera estate 2018

Trucco occhi

Partiamo dal trucco occhi, gli ombretti saranno vibranti e metallici, varieranno dai nude al pastello fino ai colori più pop. Il vero protagonista della bella stagione sarà infatti il verde, in tutte le sue varianti, che farà da padrone, per un look più sbarazzino o abbinato ad outfit ricercati.

Lo sguardo sarà felino, intenso e profondo, per un mood rock, mentre l’eyeliner sarà grafico, come tutto il trucco.

Le sopracciglia sono bold, ossia folte, piene e pettinate verso l’alto, per andare ad incorniciare lo sguardo, rendendolo magnetico ed audace.

Trucco labbra

Ormai lo sappiamo: la bocca è la firma del make up.

I nuovi rossetti di Gil Cagnè

I nuovi rossetti di Gil Cagnè

Questa spazierà tra le tinte del rosa nude al rosso watermelon fino ad arrivare ad un carico rosso scarlatto.

Trucco viso

Per finire, la pelle sarà luminosa. Infatti, sarà messa da parte la tridimensionalità tipica del contouring, per avere un effetto di naturalezza e freschezza più adatti a questa stagione, mentre andremo ad accentuare i punti luce, con l’aiuto di prodotti specifici, come le strobing drops, ossia le gocce illuminanti, che riflettono la luce e conferiscono un effetto bagnato.

Questa stagione primavera estate, dunque vedrà una donna più coraggiosa, più energica e più decisa. Il tutto sarà sottolineato alla perfezione con il giusto make up.

Stanche di trattare il volto come una tavolozza da disegno? Ecco come valorizzare pelle, occhi e lineamenti con un make up naturale.

Un buon make up naturale, come parola ispira è il trucco che c’è, ma non si vede. Cioè, il trucco c’è ma deve essere appena percettibile, deve apparire, appunto, naturale.

Trucco naturale

Trucco naturale

La routine del trucco è parte della vita di ogni donna: imparare a truccarsi e trovare il giusto look per la serata di gala, per l’uscita tra amiche o per l’appuntamento con il partner, è stimolante e dà soddisfazione.

Ci sono, però, anche delle occasioni in cui è più adatto un trucco semplice e naturale, ma questo non vuol dire che devi rinunciare a farti bella.

Il trucco nude look dona un aspetto naturale, ma allo stesso tempo elegante, evidenziando i punti luce del volto e facendo risaltare lo sguardo, con un intervento occhi adeguato.

Se realizzato a regola d’arte, potrà essere adatto non solo per l’ufficio, il lavoro o altri appuntamenti diurni, ma anche per la sera.

Per realizzare un buon trucco effetto naturale bisogna iniziare dalla preparazione della pelle

Make up Primer

Make up Primer

Assicurati che il tuo viso sia ben idratato, utilizza il nostro Primer, con azione idratante e fissante del make up: intatto per tutto il giorno e dall’effetto naturale.

Aspetta qualche minuto per dare tempo al prodotto di essere assorbito, prima di procedere con l’uso del correttore.

Il consiglio è di utilizzare quello fluido da scegliere in tre nuances:

  • vanilla: più chiaro per fototipi nordici e occhiaie violacee;
  • honey: per fototipi intermedi occhiaie azzurre;
  • apricot: per fototipi mediterranei con occhiaie blu profonde.

In tutti e e tre i casi, applicalo sulle imperfezioni e sui punti luce, senza dimenticare di sfumare bene anche la zona delle occhiaie e l’arcata sopraccigliare, la fronte, il mento e gli zigomi.

Applicazione del fondotinta e cipria

Il prossimo passaggio è la stesura del fondotinta.

Molto importante è anche la scelta del colore giusto, che deve essere il più possibile simile a quello della vostra pelle, in quanto il trucco nude non si deve notare.

Scegli uno liquido con texture leggera e stendetelo partendo dal centro del viso e procedendo verso l’esterno. Per questa operazione, si consiglia di usare un pennellino, così da poter sfumare nel modo più uniforme possibile.

Il mio consiglio è di scegliere il Flawless, per pelli secche o mature oppure lo Skin Illusion, per pelli miste o grasse.

Fondotinta Skin Illusion Skin Tone

Fondotinta Skin Illusion Skin Tone

Una volta finito, fissa quanto fatto finora con un tocco di cipria: anche in questo caso, il prodotto deve essere simile all’incarnato. Per totalizzare, potete scegliere una cipria lilla per un incarnito chiarissimo, l’albicocca per pelli olivastre, neutra per un effetto trasparente.

Trucco occhi

Passiamo agli occhi.

Inizia applicando un ombretto chiaro, ad esempio, bianco o avorio, sulla palpebra superiore e sotto l’arcata sopraccigliare, continuate con un ombretto un po’ più scuro del vostro incarnato nella piega dell’occhio e sfumate verso l’esterno: in questo modo, avrete creato un’ombreggiatura che darà profondità al vostro sguardo.

Completa il make-up occhi con un mascara nero, scegliendo tra il Fabolous volume per ciglia sottili, il Lash up incurvante per ciglia lunghe e dritte, il Sensitive eyes per chi indossa lenti a contatto oppure l’Aqua splash per chi soffre di lacrimazioni.

Per finire…

Mancano ora le labbra e qualche dettaglio, per cui abbiamo diverse opzioni: rossetto istant volume, lip lacquer per una lunga tenuta oppure un lipgloss per un effetto lucido.

Il colore sarà importante per ricreare un colorito naturale: sceglietene uno trasparente o rosato, ricordando che il vostro obiettivo è quello di definire bene la forma delle labbra.

Per completare il tutto, stendi un blush rosato sotto gli zigomi aiutandovi con un pennellino: il colore dovrà essere poco più scuro della base e andrà sfumato in modo da ottenere un effetto bonne mine naturale.

Come truccare in maniera naturale

Come truccare in maniera naturale

Ecco il tuo make up naturale!

Liz Taylor, superba Cleopatra, è diventata grazie all’omonimo film un’icona del trucco egiziano. L’immagine dell’attrice, incredibilmente bella e sapientemente truccata, ha fatto il giro del mondo e si può dire che, da allora, il trucco egiziano va fatto in quel modo: alla Liz Taylor.

Il trucco egiziano ha da sempre affascinato curiosi e addetti ai lavori del mondo del make up, che lo hanno studiato e riprodotto in versioni più o meno fedeli all’originale.

In particolare, a destare l’attenzione dei make up artist è stato l’utilizzo degli elaborati maquillage pensati per le donne dell’Antico Egitto, dimenticando però che grande importanza rivestiva anche il trucco egiziano uomo.

I reperti archeologici rinvenuti anche nelle piramidi e le raffigurazioni di momenti della vita di tutti i giorni hanno mostrato come questa civiltà fosse avanzata in tema di make up, pur non avendo case cosmetiche e prodotti di bellezza all’avanguardia come i nostri.

Sfumature brillanti, colori luminosi e tinte vivide, per make up elaborati e raffinati, che hanno portato molti make up artist a studiare i segreti e la storia del trucco egiziano.

Tanto interesse per il trucco egiziano è dovuto sicuramente al fatto che di esso ci sono pervenute numerose testimonianze, dalle quali si sono potuti evincere chiaramente trucco, pettinature e look di una popolazione così attenta alla cura per il corpo e alla propria bellezza.

Ma vediamo come fare un trucco egiziano che rispecchi il più possibile l’originale.

Occhi

Malachite

Malachite. Foto: Di Rob Lavinsky, iRocks.com – CC-BY-SA-3.0, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10148274

A destare maggiore attenzione è sempre stato il trucco egiziano occhi, per il quale in origine erano utilizzati la malachite, un carbonato di rame di colore verde intenso, e la galena, un solfuro di piombo di colore molto scuro. Queste due sostanze, entrambe tossiche, erano diluite con acqua, resine e grassi, per poi essere applicati sugli occhi, con l’aiuto di bastoncini di legno.

Galena

Galena. Foto: Di Rob Lavinsky, iRocks.com – CC-BY-SA-3.0, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10448612

Il trucco occhi egiziano era caratterizzato da un marcato tratteggio del contorno palpebra. Le palpebre erano colorate con sostanze di diverse sfumature: ad esempio, per creare il verde, era sfumata la malachite con le dita direttamente sulla palpebra superiore e unita con grassi animali e miele, per ottenere un’aderenza perfetta.

Una tecnica eseguita avendo a disposizione un collirio nero – il mirwed – il quale va applicato con un bastoncino, l’antenato del moderno eyeliner, al quale le donne moderne non riescono a rinunciare.

Un bastoncino veniva messo a contatto con una polvere nera – il kohl – e veniva poi inserito da mani esperte all’interno dell’occhio a palpebra chiusa. Come in un disegno artistico si procedeva, poi, tracciando una linea scura nera che conferiva all’occhio una forma più allungata e al viso un fascino inebriante.

Viso e labbra

Per quanto riguarda la pelle, questa era protetta dal clima torrido e dalla sabbia del deserto con unguenti profumati e miele, che venivano spalmati sul viso e sul corpo. Era poi stessa sulle guance dell’ocra rossa, per conferire un colorito dall’aspetto più salutare. La stessa ocra rossa era mescolata a grassi, resine e olii per realizzare un rossetto da applicare sulle labbra.

Corpo

Ciò che invece ha incuriosito gli studiosi è stata la scoperta di una sorta di crema scrub, realizzata con miele, carbonato di sodio e sale marino e utilizzata dagli antichi egizi per ammorbidire e levigare la pelle.

Ma le sorprese dall’Antico Egitto non finiscono qui!

Addirittura, si è riusciti a risalire a dei trattamenti anti-age, realizzati con unguenti appositi e sostanze naturali, che venivano applicati sulla pelle, con lo scopo di distenderne le cellule.

Pianta di ligustro per manicure

Pianta di ligustro per manicure. Foto: giardinaggio.net

Per la manicure, invece, era utilizzato un estratto della pianta di ligustro, dal colore rosso, che veniva applicato come vero e proprio smalto per le unghie.

Certo, il trucco e l’attenzione alla cura della persona sono esigenze fortemente avvertite da donne e uomini da sempre, ma che la civiltà egizia aveva già recepito e portato a livelli di elaborazione e raffinatezza tali da lasciare davvero senza parole!

Si dice “anno nuovo, vita nuova” e con il 2018 che ha iniziato a muovere i primi passi è giunto il momento di cambiare look e di pensare alle nuove tendenze make up per questa primavera-estate, quindi buttate via tutto il vostro sapere in merito a rossetti, blush ed eyeliner e preparatevi a scoprire un nuovo mondo, fatto di giochi di colori e contrasti decisi e sfumati.

Trattandosi di dare uno sguardo al futuro, per illustrare le tendenze make up non potevo che partire dal trucco occhi: gli ombretti saranno vibranti e metallici e varieranno dai nude al pastello, passando per colori più pop.

Il vero protagonista della bella stagione sarà il verde, in tutte le sue varianti, per un look sbarazzino o abbinato ad outfit ricercati.

Lo sguardo sarà felino, intenso e profondo, per un mood rock, con l’eyeliner grafico come tutto il trucco. Le sopracciglia saranno bold: folte, piene e pettinate verso l’alto, per incorniciare lo sguardo e renderlo più magnetico e audace.

Questa primavera estate, le ultime tendenze make up vogliono una donna coraggiosa, energica e decisa.

Per quanto riguarda la bocca, si sa: è la firma del make up e in questa nuova stagione spazierà dal rosa nude al rosso watermelon fino ad arrivare allo scarlatto.

Per finire, le tendenze make up per questa primavera estate puntano sulla pelle luminosa: sarà abbandonata, infatti, la tridimensionalità del contouring, per un effetto con una maggiore naturalezza e una ritrovata freschezza, e soprattutto la preparazione richiederà prodotti specifici per ossigenare la pelle.

Il mio consiglio pertanto è quello di utilizzare la linea Oyster di detergenti attivi, capaci di prendersi cura della pelle al meglio.

Ricapitolando: le tendenze make up primavera estate 2018 vedranno una donna decisa, che sappia il fatto suo, con la pelle di una bambina, ma con uno sguardo determinato e sensuale, che gioca con i colori e con gli outfit, studiando tutto nei minimi dettagli.

Per l’outfit, l’abito sarà abbinato al colore del make up, per non lasciare nulla al caso: un total look di seduzione e sensualità, che rafforzi l’autostima, tanto da trasformare la postura in atteggiamento.

Per questo servizio fotografico, abbiamo scelto un abbigliamento dalle tinte decise e dalle tonalità intense: il rosso scarlatto; il lime punch, affilato e pungente; l’Arcadia, dallo stile retrò, ma allo stesso tempo contemporaneo ed elegante; il nude, che ha in sé un senso di nostalgia; una cascata di frange oro, gentilmente concesse dalla maison Gai Mattiolo e che con il loro movimento donano una sensazione di leggerezza e dinamismo.

C’è un ritorno agli anni ’90, al grunge britannico, al senso di ribellione e alla voglia di creare una cultura giovanile e sicura, tipici di quel periodo.

Preparazione

Prima di iniziare il trucco, ho deterso la pelle utilizzando la spazzola massaggiante Pop Brush, in morbido silicone, con doppia azione: deterge e massaggia.

Per questa modella, ho scelto il detergente granulare Grainygel Cleaser, che in un solo gesto rimuove il make up e le impurità della pelle, favorendo il distacco delle cellule morte.

Dopo la detersione, ho tonificato la pelle con il tonico e fissatore trucco Mist&fix, a base di acido ialuronico, che, nebulizzato sul viso, lascia una ventata di freschezza, come rugiada. Questo tonico può anche essere utilizzato a fine trucco, come fissatore, grazie all’erba cristallina in esso contenuta e alla sua azione long lasting.

Per idratare e preparare la pelle al make up, ho applicato la base sottotrucco Make up primer, arricchita con collagere e dallo speciale effetto tensore.

Make up concept: Pablo art director Gil Cagnè;

Hairstylist: Luca D’Annibale per Alessia Solidani;

Fotografo: Luca Esposito;

Modella: Verdiana Coluccia, Miss Mondo Gil Cagnè;

Outfit: abito frange oro Maison Gai Mattiolo;

Outfit: Accademia Calcagnile

Dancing disco musa [le foto inerenti a questo look sono camicia bianca, body verde 1990 e abito oro con frange]

Per questo look, ho voluto reinterpretare lo smokey eyes, utilizzando colori più vibranti e metallici dai toni verdi e unendo il peacock green con punti luce di frosty beige.

L’effetto è volutamente disordinato, sia nel sopracciglio che nelle sfumature: in fondo, in estate abbiamo voglia di libertà!

Gli zigomi sono accarezzi da un tenero caramel, con punti luce ad effetto strobing sopra lo zigomo.

Per quanto riguarda le labbra, non le ho contornate, ma le ho rese brillanti con un lip gloss rosa nude.

Scheda trucco allegata

Scheda trucco Dancing disco Musa di Pablo Gil Cagnè

Scheda trucco Dancing disco Musa di Pablo Gil Cagnè

Pelle: uniformata e luminosa con Skin illusion 102 Skin tone; Blush 101 caramel brown, sopra l’osso zigomatico per un effetto bare look;

Occhi: sopracciglia infoltite con Eyebrow pencil 104 new brunette; Perfect duo shadows 425 metallic gold&green; Eye countour pencil 105 deep green;

Labbra: mascara Lash up; lip gloss 105 pink fever.

Graphic Arcadia [foto inerente con gillet nero con eyeliner verde]

Di interpretazione più vintage, ma insieme contemporaneo, grazie al colore dell’eyeliner verde peacock, piuttosto che del classico nero.

Gli zigomi sono colorati da un tenero peach.

Le labbra sono in primo piano, con un colore pieno, si tingono di rosso watermelon e sono perfettamente contornate, per sottolineare il grafismo del trucco insieme all’eyeliner.

Scheda trucco allegata

Pelle: uniformata e luminosa con Skin illusion 102 skin tone; Blush 107 Fresher Peach, sopra l’osso zigomatico per un effetto bohemien;

Occhi: sopracciglia infoltite con Eyebrow pencil 104 new brunette; mascara Lash up perfect duo shadows 424; Frosting greys cake liner 401 peacock green;

Labbra: Lip contour pencil 106 red passion instant volume; 404 watermelon red.

Almost sailor moon [con fondale in plastic trasparente o con fondale rosso]

Tra le tre proposte, questo è il look più romantico e da vera dreamer.

I toni sono quelli del midnight blue e del fairy lilac, che, in contrasto con l’iride marrone, conferiscono un effetto molto sofisticato ed elegante.

Il rosa polvere sfiora gli zigomi, illuminandoli e conferendo un tocco di riflesso di luna.

Il rosso scarlatto sulle labbra sarà il sigillo di questo look seduttivo.

Scheda trucco allegata

Pelle: uniforme e luminosa con Skin illusion 102 skin tone; Blush 102 fragile, fin sopra l’osso zigomatico;

Occhi: sopracciglia infoltite con eyebrow pencil 104 new brunette; mascara Lash up; Perfect duo shadows 422 barbie pinks e 421 fairy blues; Eye contour pencil 102 metallic blue;

Labbra: Lip contour pencil 108 wild berry Instant volume; 407 bloody mary.

Per ogni donna che sogna il giorno del suo matrimonio c’è un make up artist pronto a renderla felice con il trucco sposa perfetto!

Ad ognuna il suo principe azzurro, ma soprattutto il suo make up artist e il trucco sposa che la farà sognare!

Parliamoci chiaro, in fondo, nel corso degli anni, la donna ha subito una vera e propria evoluzione: pur restando regina indiscussa dell’ambiente familiare, si è fatta strada anche nel mondo del lavoro.

Determinata, intraprendente, dolce e romantica: è la nuova donna che non sogna solamente il suo futuro, ma si adopera per costruirlo.

Dunque, le mode e le usanze cambiano e con esse anche le certezze, ma c’è una costante in questo mutamento: l’abito bianco.

La donna, infatti, è sempre alla ricerca dell’amore, tanto che sin da bambine, la maggior parte delle donne sogna il suo lieto fine.

La scena finale del film Disney “Cenerentola” ha fatto scuola: l’idea romantica è quella di fuggire con il proprio principe azzurro e attaccare alla carrozza uno svolazzante Just married.

Ma veniamo a noi: il giorno del matrimonio deve essere tutto perfetto e studiato nei minimi dettagli e in armonia, dall’abito all’atmosfera, passando per l’ambiente.

Consigli trucco sposa

Consigli trucco sposa

Ecco quindi alcuni consigli trucco sposa per assicurarsi la buona riuscita del make up!

Protagonista indiscussa è la sposa, ma per essere impeccabile il grande giorno ne avrà di strada da fare!

Almeno 3 mesi prima della fatidica data, dovrà iniziare i trattamenti per la cura del viso, del corpo, dello sguardo, dei capelli, delle mani e dei piedi.

Per quanto riguarda il make up sposa, consiglio di ricorrere ad una consulenza con il make up artist: la prova trucco servirà per reperire il maggior numero di informazioni sullo stile e sulla personalità della sposa, per assicurarci la buona riuscita del trucco sposa.

È importante conoscere i dettagli dell’abito, come modello, stoffa e colore, ma anche dell’acconciatura, così da individuare i volumi corretti in base alla morfologia del viso, e il colore del bouquet, per selezionare la gamma cromatica del rossetto e gli accessori.

Una volta terminata la prova, il make up artist dovrà compilare la scheda trucco sposa, così da non dimenticare i prodotti cosmetici utilizzati e consigliare quelli più adeguati da utilizzare per il ritocco durante la giornata: sarà un giorno importante e il nostro make up sposa dovrà resistere alla stanchezza e alle emozioni.

Make up sposa fotografico

Queste le quattro regole base per capire come truccare una sposa e realizzare un trucco per matrimonio a prova di fotografo:

  • nascondete bene i segni di stanchezza e gli inestetismi della pelle, poiché l’obiettivo accentua occhiaie, discromie e brufoletti;
  • date un colorito omogeneo e sfumate bene il fondo su viso, collo, orecchie, decolté e braccia;
  • utilizzate il chiaro scuro per ripristinare i corretti volumi, in base alla morfologia del viso, poiché la fotografia tende ad appiattirli;
  • realizzate un’assoluta opacità, applicando abbondantemente la cipria in polvere libera in tre fasi, in particolare sulla zona T e una volta ultimato il trucco, poco prima che la sposa esca da casa.
Cipria per trucco sposa

Cipria per trucco sposa. Modella Jessica Riccardi – Hair stylist Gennaro Diana – Dress: Salvatore Pappacena.

Preparazione della pelle

Preparare la pelle è fondamentale per garantirsi la buona riuscita del proprio trucco sposa, pertanto consigliamo la Oyster skincare, per detergere ed illuminare il viso.

Preparazione della pelle al make up

Preparazione della pelle al make up

Per applicarlo, potete aiutarvi con la Pop brush, la nuova spazzola massaggiante in morbido silicone che libera la pelle del viso dalle impurità e dai residui dei make up precedenti e che, grazie alle sue vibrazioni, consente un perfetto assorbimento dei cosmetici che andrete ad applicare.

Pop brush spazzola massaggiante

Pop brush spazzola massaggiante

È importante scegliere il tipo di detergente da utilizzare in base al tipo di pelle: la mousse micellare, per pelli delicate e secche; il grainy gel per pelli inspessite; il jelly jem, per pelli secche; lo spashing cleansing stick, per pelli grasse o acneiche.

Per gli occhi, consiglio sempre uno struccante specifico, quale il two phase remover, mentre per rifinire la detersione ed eliminare qualsiasi traccia di untuosità, il mist&fix è il migliore, in quanto può essere utilizzato sia per tonificare che a fine trucco, nebulizzandolo a 20 cm dal viso.

Applicate il make up primer per idratare la pelle e creare una base sottotrucco levigante, con uno speciale effetto tensore ed arricchita con collagene.

Per realizzare una base trucco perfetta, utilizzate i Functional concelear, che vi aiuteranno ad eliminare qualsiasi discromia o imperfezione del viso.

I functional sono dei correttori fluidi coprenti ed idratanti a rapida asciugatura, dal touch morbido e setoso e ricchi di filmanti water resistant, che garantiscono un’ottima copertura e aderenza, pur mantenendo un piacevole effetto no-weight; inoltre, sono facili da applicare e da sfumare, grazie al comodo packaging:

  • 210 vanilla (vaniglia): un correttore color vaniglia adatto a pelli nordiche, che elimina le ombre violacee sotto gli occhi;
  • 220 honey (miele): un correttore color miele studiato per le donne dal colorito intermedio, che contrasta il grigio e i piccoli capillari azzurri;
  • 230 apricot (albicocca): un correttore color albicocca, consigliato su donne dalla carnagione scura e mediterranea, che neutralizza le profonde occhiaie bluastre e le macchie brune.

Per uniformare bene la pelle, optate per lo skin illusion, che garantisce una perfetta copertura, minimizzando le imperfezioni della pelle, e che dona una perfetta opacità, grazie alla sua formula strategica oil free.

A questo punto, il make up artist passerà al contouring e all’highlighting, valorizzando la sposa e correggendone i tratti più duri, per creare un trucco sposa naturale e più fotogenico.

Trucco sposa: occhi

Trucco sposa occhi

Trucco sposa occhi

Per quanto riguarda il trucco occhi, è importante considerare i colori della sposa: i beige ed i marroni mantengono sempre un aspetto piacevolmente minimal e sono adatti soprattutto ai fototipi intermedi con capelli castani; le bionde saranno valorizzate al meglio con la gamma dei rosa e dei grigi; per le more consiglio la gamma dei pesca e degli albicocca, che ne scaldano il sottotono olivastro.

Per concludere, incorniciate lo sguardo applicando ciglia finte a ciuffetti.

Trucco sposa: labbra

Il trucco sposa labbra

Il trucco sposa labbra

Per le labbra, dobbiamo puntare su un effetto a lunga tenuta, per cui ecco pochi e semplici step da seguire, senza dimenticare mai il colore di ombretti, fard e bouquet:

  • stendete il fondotinta sulle labbra con la spugnetta in lattice e fissate con la cipria in polvere 101 neutral;
  • bordate la rima labiale con la matita prescelta;
  • riempite le labbra con il matitone lip nude mat;
  • applicate il rossetto selezionato con il pennello 115;
  • spolverate la cipria sul piumino e avvolgetelo con un velo di kleenex, per fissare il rossetto con la cipria ed eliminare l’eccesso di prodotto con il kleenex;
  • create i punti luce con la matita occhi 101 second skin, da applicare fuori e dentro le labbra, a seconda di come volete correggerle;
  • riapplicate il rossetto e fissate di nuovo tamponando;
  • applicate al centro delle labbra l’ombretto utilizzato per i punti luce del trucco occhi oppure un rossetto di un tono più chiaro rispetto a quello usato precedentemente.

I ritocchi

Ritocchi di trucco

Ritocchi di trucco

I ritocchi saranno fondamentali e dovranno concentrarsi sulla zona T, quale fronte, naso e mento, e sulle labbra, per mantenere più a lungo un effetto kiss proof.

Un piccolo accorgimento per le promesse spose: non dimenticate mai di portare con voi un fazzolettino da nascondere nel bouquet e pronto all’uso, qualora l’emozione dovesse prendere il sopravvento!

Inoltre, è importante ragionare sul make up sposa tenendo conto anche del fatto che questa sarà fotografata per l’intera giornata: il vostro trucco da sposa dovrà quindi rispondere anche alle esigenze fotografiche, garantendo una lunga tenuta.

Acconciature sposa

Completato così il vostro trucco sposa, perché non pensare anche a quale acconciatura sposa scegliere?

Se siete indecise, date un’occhiata a quelle pensate dal hair stylist Salvatore Riccardi del salone “Oltre l’immagine parrucchieri” e formatore della Matrix?

Salvatore Riccardi

Salvatore Riccardi

Ecco le sue proposte!

Lo chignon alto resta un intramontabile, che si adatta un po’ a tutti i tipi di abito e che può essere personalizzato con accessori e adattato in base alla personalità della sposa.

Chignon alto

Chignon alto. Acconciatura di Salvatore Riccardi

Lo chignon morbido è invece l’acconciatura più versatile di tutte e abbinabile a più stili di abito, dai più particolari a quelli più classici.

Chignon morbido

Chignon morbido. Acconciatura di Salvatore Riccardi

Per il 2018, però, Salvatore Riccardi consiglia le trecce, in tutte le varianti conosciute: da quelle pulite e lisce a quelle più imprecise e apparentemente meno curate, da scegliere sempre tenendo conto del modo di essere della sposa.

Trecce sposa

Trecce sposa. Foto di Salvatore Riccardi

In alternativa, un semiraccolto è una soluzione da considerare, come quello con treccia alta, che parte lateralmente e incornicia la testa fino a chiudersi e lasciare al centro una parte di capelli leggermente cotonati.

Semiraccolto

Semiraccolto

Se poi proprio non volete fare a meno di sfoggiare i vostri capelli liberi, piuttosto che costringerli in strette pettinature, allora potete lasciarli sciolti sulle spalle e volumizzare e dare movimento alle lunghezze con l’aiuto di un ferro con diametro più grande.

Trucco perfetto e acconciatura da sogno: tutto pronto per il grande giorno!

Modella: Verdiana Coluccia
Hairstyle: Premier Coiffeur Angelo Anchora
Fotografo: Laura Stefanelli Laura Stefanelli
Vestito: Calcagnile Academy